La Maddalena, Spiaggia rosa violata due volte in un’ora: è assalto al paradiso

I turisti fanno il bagno nell’area vietata. Nel mese di luglio sono state segnalate altre 4 infrazioni

LA MADDALENA. Lo specchio di mare protetto della Spiaggia rosa, nell’isola di Budelli, violato per ben due volte in meno di un’ora. Non una novità per il gioiello dell’arcipelago su cui da 25 anni è vietato l’ingresso, ma che negli ultimi anni, complice l’assalto di vacanzieri tra cui molti incivili, non viene rispettato. Come è successo ieri a metà mattina.

Da un grande yacht ormeggiato in rada si è tuffata una donna, ha superato i cavi tarozzati ed è entrata in solitaria nel blu proibito. Inutili i richiami di una dipendente del Parco, anche con il fischietto. L’ente verde ha infatti piazzato un punto informazioni alle spalle della Spiaggia rosa e grazie a una passerella “stuoia” in legno che unisce Cala Liò a Cala di Roto è possibile ammirare, a debita distanza il lido rosa. La donna ha fatto finto di non sentire i richiami che arrivavano dalla spiaggia e ha continuato a nuotare indisturbata. Qualche minuto dopo un tender è andato a recuperarla all’altezza dei cavi tarozzati. Neanche il tempo di avvisare la Guardia costiera che un altro turista, dotato di pinne, ha raggiunto lo specchio di mare protetto.

La Maddalena, la Spiaggia rosa violata due volte in un'ora



È praticamente impossibile che una mezzo della Guardia costiera sosti in maniera fissa davanti alla Spiaggia rosa. Le unità in campo sono davvero poche e i chilometri di costa da controllare sono tantissimi. In passato si era parlato di attivare un sistema di videosorveglianza del parco, anche con visione notturna, per tenere sotto controllo il gioiello dell’arcipelago ed eventualmente sanzionare i trasgressori. È evidente che a oggi nulla è stato fatto per rendere più sicura la Spiaggia rosa e proteggerla da incivili e cafoni.
 

WsStaticBoxes WsStaticBoxes