Aeroporto di Olbia da record: Ferragosto supera il 2019

Dal 13 al 20 agosto previsti 120mila arrivi e partenze: +8% rispetto a due anni fa Picco storico di voli il 31 luglio: 413 tra aviazione commerciale e aerei privati

OLBIA. Tutti si aspettavano un effetto rimbalzo, ma il record storico dell’aeroporto di Olbia rappresenta una sorpresa assoluta. Il boom del turismo nel nord Sardegna passa per un dato a suo modo clamoroso: l’aeroporto Costa Smeralda di Olbia lo scorso 31 luglio ha registrato il record giornaliero della sua storia in termini di voli e di passeggeri, con circa 30mila presenze.

«In quella data ci sono stati 413 voli complessivi, tra aviazione generale e commerciale – confermano dalla Geasar, la società gestione dello scalo olbiese –. Un risultato importante per il quale va rimarcato il grande lavoro compiuto da Enav, Polaria e anche dal personale della nostra società».


Agosto caldo. Sul fronte degli arrivi, però, tutta la settimana a cavallo di Ferragosto si annuncia da record. L’aeroporto Costa Smeralda nella settimana dal 13 al 20 agosto prevede circa 120mila movimenti. Con l'8 per cento in più, tra arrivi e partenze, rispetto al corrispondente periodo del 2019, dunque in epoca pre-Covid. I dati dello scalo aeroportuale, testimoni di un agosto da tutto esaurito nelle strutture ricettive della Gallura, sono confermati dal numero di passeggeri sbarcati al porto Isola Bianca: dal primo al 13 agosto, secondo i dati forniti dall’Autorità di sistema portuale, sono stati quasi 195mila i passeggeri in ingresso, con un incremento quasi del 9% rispetto all’anno scorso.



Boom nazionali. EasyJet si conferma la prima compagnia aerea per numero di posti offerti e destinazioni servite dall’aeroporto di Olbia Costa Smeralda, con 23 rotte nazionali e internazionali. Per l’aviolinea britannica sono la Costa Smeralda e il “Costa Smeralda”, inteso come aeroporto, a dominare il mercato interno nazionale, sulla falsariga di quanto successo l’estate passata.

«Oltre il 20 per cento dei viaggiatori in partenza dagli aeroporti di Malpensa e Bergamo – segnalano dagli uffici di easyJet – ha scelto i paesaggi della Sardegna per le proprie vacanze estive».

A questi vanno poi aggiunti tutti quelli che hanno volato tra la Lombardia e l’isola con Alitalia (da Linate), Wizz Air (da Malpensa) e Volotea (da Orio al Serio). Da giugno la compagnia inglese opera collegamenti giornalieri tra l’aeroporto di Olbia e quelli di Bologna, Verona, Torino e fino a tre collegamenti settimanali tra Olbia e Bari, confermando il proprio impegno per la ripresa del turismo italiano e internazionale verso la Sardegna. Le nuove rotte sono in vendita dal 16 aprile e arricchiscono il network di voli di Olbia, già collegato dalla compagnia con Milano Malpensa, Napoli, Venezia e, a partire dal 28 maggio, anche con Bergamo.

Inversione di tendenza. In attesa di conoscere i dati a consuntivo di luglio e, soprattutto, quelli di agosto, la tendenza, date le limitazioni per il Covid e la riduzione delle connessioni intercontinentali, è quella di privilegiare tra le mete preferite quelle domestiche, comunque non oltre le 3-4 ore di volo dalla regione. Domina la Sardegna, anche per quanto riguarda Alitalia.

«Il 65 per cento delle prenotazioni sui voli in programma per i mesi estivi è verso mete nazionali, soprattutto Sud e Isole, mentre il 35 per cento ha scelto una destinazione all’estero», hanno spiegato di recente da easyJet, primo vettore all’aeroporto di Malpensa.
 

WsStaticBoxes WsStaticBoxes