San Teodoro, violentava la compagna per contagiarle l'Aids: condannato a 9 anni

Protagonista di questa storia di violenza fisica e psicologica un 60enne originario di Bisceglie

OLBIA. Cinque anni di inferno. Di insulti, schiaffi e violenze sessuali continue. Abusava di lei nonostante avesse l’Aids, prima taciuta e poi rivelata, la costringeva ad avere rapporti non protetti contro la sua volontà nel tentativo di contagiarla. E per anni lei ha rischiato di ammalarsi infettata dal virus Hiv. Ieri, mercoledì 22, un 60enne originario di Bisceglie e all’epoca dei fatti residente a San Teodoro, è stato condannato a 9 anni di reclusione e al pagamento di una provvisionale di 50mila euro (immediatamente esecutiva). Il collegio dei giudici presieduto dal presidente del tribunale di Tempio, Giuseppe Magliulo, gli ha inflitto una condanna superiore alla pena di 7 anni e sei mesi richiesta dal pubblico ministero. Nei confronti dell’uomo, difeso dall’avvocato Angelo Merlini, gravava una pesante catena di accuse, alcune delle quali sono state dichiarate prescritte. Tre, i reati rimasti in piedi dopo sette anni di processo: violenza sessuale, lesioni personali gravissime consistite nel tentativo di contagio del virus Hiv, e stalking.

Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

WsStaticBoxes WsStaticBoxes