Olbia, la madre consegna ai carabinieri la droga del figlio: arrestato 

Piantine di marijuana

Inconsapevolmente la donna ha dato ai militari un sacchetto con 600 grammi di marijuana. Il giovane: «La uso per tisane e biscotti»

OLBIA Sopra il davanzale della finestra di casa, i carabinieri hanno trovato una pianta di marijuana alta quasi mezzo metro e in un’altra stanza venti grammi già divisi in dosi, un bilancino di precisione e una lampada. Tutto il kit del perfetto spacciatore, insomma.

Ma a incastrare Gabriele Reitano, 23 anni, è stata, forse inconsapevolmente, la madre. Che ha consegnato spontaneamente ai militari un sacchetto con dentro 600 grammi di marijuana.

Il giovane è stato arrestato e ieri è stato processato per direttissima. Difeso dall’avvocato Antonello Desini, Gabriele Reitano è comparso davanti al giudice del tribunale di Tempio Marcella Pinna e ha ammesso ogni responsabilità: ha detto che quella marijuana era la sua e di essere un consumatore abituale. «Ma non sono uno spacciatore, la marijuana è per me», ha risposto al giudice.

E per giustificare il consistente quantitativo trovato all’interno del sacchetto, ha riferito che utilizzava quella marijuana per preparare tisane e biscotti. Il giudice ha disposto nei suoi confronti l’obbligo di firma.

Il servizio completo sul giornale in edicola e nella versione digitale

WsStaticBoxes WsStaticBoxes