«Strada Olbia-Arzachena serve il subcommissario»

La richiesta dell’amministrazione Ragnedda all’assessore regionale Salaris Fresi: «Procedure complesse, Solinas nomini una figura che segua nel dettaglio»

ARZACHENA. «La strada Olbia-Arzachena-Palau-Santa Teresa è un tema strategico per tutto il territorio, non solo per Arzachena. Lo è per l’intera Sardegna. Bisogna nominare un sub commissario che ne segua l’iter con decisione. Siamo fiduciosi per le risposte avute. Ma siamo anche molto attenti: incalzeremo l’assessore regionale Salaris e lo stesso presidente Solinas». Parla Fabio Fresi, assessore comunale ai lavori pubblici di Arzachena. Anas e Regione, rappresentata dai dirigenti dei Lavori pubblici e dall’assessore Aldo Salaris, sono arrivati in Gallura nei giorni scorsi per la riapertura del tratto della statale 125 chiuso a primavera nella zona di Lu Mulinu per consentire la ristrutturazione di due ponti. Per gli amministratori di Arzachena, un’occasione imperdibile anche per fare il punto sul futuro della vecchia Orientale sarda e sul progetto di trasformarla in una quattro corsie che faccia fronte all’enorme traffico estivo. Fresi, che si è confrontato con Anas e Regione insieme al sindaco Roberto Ragnedda e al presidente del consiglio comunale Rino Cudoni, fa in punto della situazione.

«Del progetto – spiega – Anas e Regione non parlano più in termini di primo e di secondo lotto. Dicono che l’Anas ha l’incarico di redigere il progetto complessivo. Ci è stato detto anche che non ci sarà un problema di risorse. Ci sono i 180 milioni di euro del primo lotto ma l’assessore Salaris ci ha rassicurato sul fatto che una volta fatta la progettazione definitiva le risorse si troveranno». Lo scoglio, dunque, sarebbe quello dell’autorizzazione del ministero della Transizione ecologica. Il tracciato della strada ricade in zone comprese nel piano paesaggistico regionale. Gli amministratori comunali di Arzachena sono convinti che il problema possa essere superato. Anche perché c’è un importante precedente. «Noi – prosegue Fresi – siamo certi che questo punto si possa risolvere come si è fatto per il completamento della Sassari-Alghero. Stiamo parlando della stessa cosa: i progetti che a una certa data avevano superato l’iter della valutazione di impatto ambientale venivano fatti salvi. La Olbia-Arzachena, amministrativamente parlando, secondo la stessa Regione, era in uno stato più avanzato rispetto alla strada Sassari-Alghero».

Gli amministratori di Arzachena prendono per buone le rassicurazioni ottenute da Anas e Regione. Ma chiedono un segnale ben preciso: ovvero che il presidente Christian Solinas, nominato dal governo commissario straordinario per un serie di infrastrutture, nomini a sua volta un subcommissario che segua appositamente la Olbia-Arzachena-Santa Teresa. «Siamo fiduciosi – ribadisce Fresi – ma abbiamo chiesto all’assessore Salaris quando verrà nominato il sub commissario. Il progetto e la realizzazione della strada richiede procedure talmente complesse che vanno seguite in maniera dettagliata, oltre che al presidente Solinas, da una figura che ci auguriamo venga nominata nel più breve tempo possibile».



WsStaticBoxes WsStaticBoxes