Rigenerazione urbana, Tempio va in missione

Giunta e tecnici all’Urbanpromo di Milano per discutere di strategie sostenibili Sette i progetti per eliminare dalla città il degrado e la marginalizzazione sociale

TEMPIO. Tra le delegazioni comunali che hanno preso parte a “Urbanpromo” c’era anche Tempio. A Milano, dove si è svolto nei giorni scorsi il più grande evento nazionale in materia di rigenerazione urbana, non poteva, in effetti, mancare la squadra di tecnici e assessori guidata dal sindaco Giannetto Addis. Tutti in prima fila e in buon numero presenti nella città meneghina per discutere di strategie e opportunità di rigenerazione urbana, che, guarda caso, è uno dei punti del programma della lista che ha vinto le ultime amministrative. I frutti della “missione” milanese si coglieranno probabilmente in prospettiva e serviranno per orientare progetti già in corso o sperimentare nuove idee. A Milano, sindaco, tecnici e amministratori hanno partecipato a tavole rotonde e workshop in cui si è discusso di investimenti, partenariati tra pubblico e privato, efficienza energetica, mobilità sostenibile, valorizzazione di patrimoni immobiliari e social housing. Parola d’ordine: disegnare e mettere in atto politiche capaci di realizzare uno sviluppo urbano sostenibile a 360°. A “Urbanpromo” Tempio è stata rappresentata dal sindaco Gianni Addis, dall'assessore alla Rigenerazione Urbana, Anna Paola Aisoni, dai due assessori al Turismo e all’Edilizia privata, Elizabeth Vargiu e Paolo Cossu, oltre che dal dirigente dei Servizi al Patrimonio e al Territorio, Gian Pietro Oggiano, e dalla funzionaria tecnica alla rigenerazione urbana, Serena Columbano. I momenti di studio e confronto ai quali ha partecipato la delegazione tempiese hanno riguardato, in particolare, due temi: lo sviluppo di progetti per nuove centralità urbane a connotazione sportiva e le nuove opportunità per le città, i territori e le economie urbane. Il secondo tema è stato curato dagli esperti di Confcommercio. È da più di cinque anni ormai, più precisamente dal 2016, che nell’agenda degli amministratori è stato fatto rientrare tra le priorità programmatiche l’obiettivo di fare di Tempio una città inclusiva e “sostenibile”. Il primo passo è stato costituito dalla firma di un protocollo d’intesa con Confcommercio. A questo ha fatto poi seguito l’istituzione di un laboratorio di rigenerazione urbana per la riqualificazione del centro storico. Tra gli ultimi passaggi di questo processo c’è stata la recente approvazione del piano di Rigenerazione Urbana che include sette diversi progetti che hanno come fine la riduzione del degrado urbano e della marginalizzazione sociale e il varo di misure per lo sviluppo della mobilità sostenibile.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes