La Nuova Sardegna

Olbia

A Tanca Manna

Cannigione, turista di 75 anni si sente male in acqua: salvata dal bagnino

Cannigione, turista di 75 anni si sente male in acqua: salvata dal bagnino

Luca Sestri racconta quei momenti: «Non ho perso tempo, rapidissimo il 118»

18 settembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Cannigione Una donna di 75 anni è stata salvata da un bagnino e poi trasferita in tempi radissimi all’ospedale. Le sue condizioni restano preoccupanti, ma grazie ai soccorsi immediati è stata evitata una tragedia in mare.

Tutto è accaduto sulla spiaggia di Tanca Manna, frazione di Cannigione nella giornata del 16 settembre . Lo stabilimento del villaggio-camping Isuledda, unico aperto, ospitava in quel momento diversi turisti. Tra loro anche una signora torinese che faceva il bagno.

Luca Sestri, bagnino di quello stabilimento, era particolarmente attento, come sempre. «A un certo punto mi sono reso conto che qualcosa non andava - ha raccontato -, l’anziana donna ha improvvisamente accusato un malore e per un attimo è finita sott’acqua. Non ho perso un solo secondo, mi sono precipitato da lei e, insieme con due vacanzieri, l’abbiamo portata sulla battigia. Nello stesso tempo abbiamo allertato il 118. La signora, con la quale parlavo in continuazione è sempre stata vigile. Ma mi stringeva la mano e mi ripeteva che avvertiva forte dolore al petto. Ho fatto tutto quello che ho potuto in quei minuti. Sì, e ci tengo a dirlo, il 118 è stato davvero tempestivo: è arrivato l’elisoccorso con un medico a bordo e sono state prestate alla donna le prime cure. Penso che si sia trattato di un principio di infarto e mi auguro che la signora, subito trasferita al Giovanni Paolo II di Olbia, possa rimettersi al più presto».

Luca Sestri che ha già salvato tanti bagnanti in difficoltà durante la sua carriera, parla con emozione. «Queste sono situazioni in cui ti rendi conto che anche il tuo intervento, se rapido, può essere determinante per salvare la vita di una persona. Ecco perché la mia è una categoria che va tutelata. Siamo i primi, in caso di difficoltà in mare, a dover essere sempre pronti a mobilitarci».

In Primo Piano
Incidenti

Doppia tragedia della strada: un motociclista muore a Cagliari e una donna a Villasor

Le nostre iniziative