La Nuova Sardegna

Olbia

Carabinieri

Violenza sessuale ad Arzachena, le urla della ragazza all’aggressore: “Lasciami andare”

di Stefania Puorro
Violenza sessuale ad Arzachena, le urla della ragazza all’aggressore: “Lasciami andare”

La giovane è riuscita a sfuggire alla presa del tunisino che voleva abusare di lei mentre il complice minacciava il suo amico

08 novembre 2023
1 MINUTI DI LETTURA





Arzachena Si ricostruiscono i terribili momenti vissuti dalla giovane di Arzachena immobilizzata in pieno centro da due tunisini, lo scorso 21 ottobre, mentre passeggiava con un amico. Uno di loro l’avrebbe afferrata alla spalle, cercando si sbottonarle i pantaloni per abusare di lei mentre l’altro avrebbe minacciato l’amico per evitare che intervenisse.

Gli indagati, Mohamedymen Dkhili di 31 anni e Amine Khemissi di 26 sono stati arrestati dai carabinieri per violenza sessuale di gruppo: domani mattina è prevista l’udienza di convalida nell’ufficio del gip del tribunale di Tempio.

I difensori delle vittime per ora non rilasciano dichiarazioni. La ragazza, ancora diciottenne il giorno della violenza (ha appena compiuto 19 anni), è assistita dall’avvocato Daniela Peru, il suo amico dall’avvocato Antonello Desini. Giuseppe Corda e Mauro Muzzu sono invece i legali dei due indagati.   

In Primo Piano
La testimonianza

«Sfinito dopo 10 ore di fuoco», Franco Casula a Orotelli racconta la guerra impari dei Forestali

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative