La Nuova Sardegna

Olbia

La gara

Olbia, il nautico Pira vince la prima tappa della Remata della gioventù


	L'equipaggio del nautico di Siniscola durante la premiazione
L'equipaggio del nautico di Siniscola durante la premiazione

L’istituto di Siniscola primo davanti al Dettori di Tempio e all’Amsicora Ipia di Olbia

14 marzo 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Olbia. L’istituto nautico Pira di Siniscola trionfa nella prima tappa della Remata della gioventù. La medaglia d’argento va al liceo Dettori di Tempio e quella di bronzo all’istituto Amsicora Ipia di Olbia. Una bella giornata di sole ha così accompagnato, mercoledì 13 marzo, la prima gara della manifestazione organizzata dalla Lega navale in collaborazione con le scuole superiori di Olbia, Tempio e Siniscola.

Molto alto il livello tecnico degli equipaggi che quest’anno hanno cominciato gli allenamenti già a gennaio insieme agli istruttori messi a disposizione dalla Lega navale. La gara ha sancito anche l’esordio degli studenti timonieri: per la prima volta nei suoi 13 anni di vita sono stati i ragazzi a tenere il timone dei palischermi, a dare i comandi ai rematori e ad affrontare partenza e virata. L’inconfondibile voce dello speaker Tommy Rossi ha raccontato live la gara di mezzo corso che si è svolta nello specchio di mare della Lega Navale, nell’insenatura di Porto Romano. Un percorso di 240 metri con una virata da realizzare nel minor tempo possibile.

La squadra del nautico Pira, con il timoniere Marco Zanetta, ha coperto il percorso nel minor tempo: 2 06’59’’. Il liceo Dettori ha fatto fermare il cronometro a 2 08’18” con Marco Pileri al timone, superando di pochissimo l’Amsicora Ipia con il timoniere Emanuele Degortes, che ha chiuso la gara a 2 08’56”. Fuori dal podio, ma con una bella performance, il liceo artistico De André di Olbia con Marzio Fabbri al timone. A seguire il secondo equipaggio del Pira, la seconda squadra del Dettori, il tecnico Deffenu, il secondo equipaggio del classico Gramsci, il primo equipaggio del Gramsci e la squadra mista Mossa-Gramsci.

A consegnare le targhe ai vincitori l’assessora alla Pubblica istruzione Sabrina Serra, la consigliera comunale Maria Antonietta Cossu e il presidente della Lega navale Tore Bassu. «Un grazie particolare va agli studenti che hanno remato con impegno e hanno reso straordinaria questa giornata – ha detto Bassu –. Un ringraziamento speciale va ai dirigenti delle nostre scuole superiori che da 13 anni sposano questo progetto nato contro la dispersione scolastica, e ai professori, che formano gli equipaggi e seguono i ragazzi in tutto il percorso di preparazione e durante le gare». A seguire pranzo nel giardino della Lega navale a base di gnocchetti al sugo in collaborazione con il bar ristorante Idroscalo. Il prossimo appuntamento è per il 16 aprile con la Remata del marinaio, mentre la finale sarà il 30 maggio.

Turismo

L'assessore Franco Cuccureddu: la Sardegna vendiamola cara e diciamo grazie a chi spende 100 euro per una pizza

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative