La Nuova Sardegna

Olbia

Ambiente

La Maddalena, salvata un mese fa dal Parco: la tartaruga Giulia sarà liberata


	La liberazione di un'altra tartaruga a Caprera
La liberazione di un'altra tartaruga a Caprera

Dopo le cure la Caretta caretta tornerà libera mercoledì 8 maggio

07 maggio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





La Maddalena. È stata salvata e adesso sarà liberata. Protagonista della storia una tartaruga Caretta caretta che, lo scorso 9 aprile, grazie alla segnalazione di alcuni pescatori della Maddalena, è stata recuperata dagli operatori del Parco nazionale. La tartaruga era stata trovata impigliata nelle reti da pesca. «L'esemplare, di circa 10 anni di età, è stato soccorso dal Parco nazionale dell'arcipelago di La Maddalena con il coordinamento della Capitaneria di porto di La Maddalena e il supporto della Cooperativa Isule – spiegano dallo stesso Parco –. L’animale è stato trasportato nel Centro di recupero fauna marina in difficoltà dell’Asinara e affidato alle cure dei veterinari». Dopo un mese di cure, la Caretta caretta, che è stata soprannominata Giulia, adesso sta bene e quindi potrà tornare a nuotare in mare. Un evento, quello della sua liberazione, che il Parco nazionale ha deciso di condividere con la comunità. L’appuntamento è per domani, mercoledì 8 maggio, a Cala Spalmatore alle 11.30. Chiunque potrà raggiungere la spiaggia per partecipare alla festosa liberazione della tartaruga Giulia.

In Primo Piano
Baronia

Spari nella sede del consorzio di bonifica di Siniscola, il consigliere comunale Giovanni Bomboi è ricercato dai carabinieri

di Sergio Secci
Le nostre iniziative