La Nuova Sardegna

Olbia

L’intervento

Cannigione, cabina elettrica in fumo: l’incendio è doloso

Cannigione, cabina elettrica in fumo: l’incendio è doloso

Il rogo vicino alla spiaggia delle Saline. Utilizzata anche una bombola del gas

28 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Arzachena. Fiamme e fumo nero dentro una cabina elettrica. In un primo momento si è pensato a un rogo causato magari da un guasto agli impianti. Invece no: la cabina vicino alla spiaggia delle Saline, a nord di Cannigione, al confine con il territorio comunale di Palau, nella notte tra domenica 26 e lunedì 27 maggio è andata a fuoco perché qualcuno lo ha probabilmente voluto. All’interno della struttura, infatti, sono stati trovati i resti di diversi pneumatici e soprattutto una bombola del gas, ormai vuota. Qualcuno, insomma, si sarebbe intrufolato nella cabina, avrebbe posizionato i copertoni e la bombola e, infine, avrebbe appiccato il fuoco. Forse l’atto vandalico di qualcuno – comunque particolarmente pericoloso – oppure un attentato, una sorta di atto di sabotaggio. L’incendio di due notti fa, per esempio, per alcune ore ha tolto l’elettricità alle villette e anche ad alcune strutture ricettive poco distanti.

La squadra dei vigili del fuoco, arrivata dal distaccamento di Arzachena, ha lavorato per diverse ore per domare l’incendio che si è sviluppato all’interno della cabina elettrica. Non prima però dell’intervento dei tecnici di Terna, anche loro corsi alle Saline per la messa in sicurezza degli impianti e, poi, per il ripristino del servizio di energia elettrica. Nella notte tra domenica e lunedì, considerata la presenza dei copertoni per auto e di una bombola, elementi che hanno fatto pensare a un atto doloso, sono intervenuti anche i carabinieri da Porto Cervo. Saranno ora le indagini a stabilire cosa è realmente accaduto nella spiaggia delle Saline. Un nuovo presunto episodio di criminalità, quello di due notti fa, che si aggiunge ai tanti altri registrati negli ultimi mesi in tutto il territorio di Arzachena. (d.b.)

In Primo Piano
L’addio

Arzachena, in centinaia per l’ultimo saluto a Ivan Dettori

Le nostre iniziative