Alluvione, il responsabile nazionale della Caritas visita le zone colpite

Monsignor Francesco Soddu ha annunciato che il milione stanziato dall’8 per mille servira a soddisfare i bisogni più urgenti delle popolazioni colpite - SPECIALE SARDEGNA DEVASTATA

ORISTANO. Servirà a soddisfare i bisogni più urgenti, come l’acquisto di elettrodomestici, e le necessità della vita quotidiana sconvolta dall’alluvione il milione di euro che la Caritas nazionale ha deciso di stanziare per la Sardegna dai fondi dell’8 per mille. Per individuare le priorità nei diversi territori dell’isola stamane è arrivato il direttore, monsignor Francesco Soddu, che ha cominciato la ricognizione nell’Oristanese. Accompagnato dall’arcivescovo Ignazio Sanna, il reponsabile della Caritas ha visitato Uras, Terralba e Solarussa, mentre nel pomeriggio visiterà Torpè, nel Nuorese, per poi concludere la sua visita a Olbia.

Con la sua presenza nei Comuni più colpiti dal disastro della settimana scorsa, monsignor Soddu ha voluto manifestare la vicinanza, anche fisica, della Chiesa alle popolazioni alluvionate, come ha sottolineato l’arcivescovo di Oristano. «Qui abbiamo ancora una decina di famiglie che non possono rientrare nelle loro case», ha segnalato monsignor Sanna. «E poi ci sono gli anziani dei paesi colpiti, che hanno bisogno di assistenza».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes