La Nuova Sardegna

Oristano

Mogoro, crolla il solaio di una casa: tragedia sfiorata

di Elia Sanna
Mogoro, crolla il solaio di una casa: tragedia sfiorata

Nella palazzina abita anche un anziano disabile I calcinacci hanno colpito di striscio un fratello dell’uomo

25 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





MOGORO. Sfiorata la tragedia ieri pomeriggio a Mogoro per il crollo del solaio di una vecchia abitazione dove vive anche un anziano disabile. I calcinacci hanno colpito, per fortuna di striscio, un fratello del pensionato che è rimasto leggermente ferito. Le sue condizioni per fortuna non sono gravi, avrebbe riportato solo ferite e contusioni in varie parti del corpo. L'incidente si è verificato verso le 16 nella abitazione di Michele Ibba, un invalido che vive con fratelli e sorelle, in una vecchia abitazione del centralissimo Corso Eleonora. Secondo quanto è stato accertato dai vigili del fuoco del distaccamento di Ales, il crollo è avvenuto nella cucina mentre la famiglia Ibba stava guardando la televisione. Improvvisamente ha ceduto il solaio e un ampio tratto del soffitto, pignatte comprese, è precipitato sul pavimento e sul tavolo. Pezzi di intonaco, soprattutto calcinacci, hanno raggiunto uno dei presenti e lo hanno colpito fortunatamente di striscio, alla schiena. Qualche minuto dopo sono stati chiamati i soccorsi. Nella palazzina di Corso Eleonora sono arrivati i vigili del fuoco del distaccamento di Ales e una ambulanza medicalizzata del 118. L'intero nucleo familiare è stato fatto uscire dalla abitazione per pericolo di ulteriori crolli. Tutti sono stati comunque visitati dall'equìpe medica del 118. Uno dei fratelli di Michele Ibba, del quale non si conoscono le generalità, ha riportato come detto delle ferite giudicate guaribili in poche giorni di cure. Gli uomini del 115 hanno dovuto lavorare per alcune ore prima di mettere in sicurezza l'abitazione. Al termine hanno effettuato un accurato sopralluogo accertando delle lesioni strutturali causate da umidità ed infiltrazioni. Una parte della abitazione è stata così dichiarata inagibile. La famiglia Ibba è seguita anche dai servizi sociali del Comune. Ieri sera sul posto sono arrivati anche le assistenti sociali per verificare quanto accaduto. Per il momento la famiglia di Michele Ibba rimarrà accampata in una parte della abitazione che non presenta lesioni gravi.

In Primo Piano
L’incidente

Salta una valvola dell’alta pressione, paura a Perdasdefogu per un operaio

di Lamberto Cugudda

Video

Daniela Falconi sindaca di Fonni è la nuova presidente dell'Anci Sardegna

Le nostre iniziative