La Nuova Sardegna

Oristano

Firma apocrifa, una condanna

Firma apocrifa, una condanna

A Marrubiu un’intricata vicenda di terreni vincolati e contributi pubblici

28 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





MARRUBIU. Un terreno, una doppia richiesta di contributi e una condanna per aver usato un documento con firma apocrifa per richiedere contributi. Sono gli elementi che hanno portatoquattro imprenditori agricoli di Marrubiu davanti al tribunale monocratico di Oristano.

I fatti risalgono al 2007. I fratelli Giovanni e Pasquale Sanna sono stati assolti la scorsa settimana dalle accuse di uso di scrittura privata con sottoscrizione apocrifa e utilizzo di tale scrittura per il deposito di documentazione per la richiesta di contributi presso la Agea di Roma, nonché invasione di terreno. La sorella Stefania Sanna, invece, in qualità di titolare dell’azienda agricola è stata condannata per i primi due capi d’accusa a 6 mesi di reclusione e 4500 euro di multa.

La denuncia nei confronti dei tre, difesi dall’avvocato Gianfranco Sollai che aveva chiesto l’assoluzione per tutti, era scattata dalla proprietaria dell’appezzamento Margherita Gulotta, residente a San Nicolò Arcidano e costituitasi parte civile nel procedimento tramite l’avvocato Marinella Madeddu. Quattro anni prima, la parte offesa aveva acquistato il terreno con fondi pubblici. C’era un vincolo: il terreno non poteva essere affittato o venduto. I fratelli Sanna hanno asserito davanti al giudice di aver ricevuto in affitto verbalmente dalla proprietaria il terreno, e di averlo coltivato abitualmente dal 2006. Per gli investimenti agricoli avevano poi inoltrato a loro volta domanda di contributi, motivo per il quale l’Agenzia delle Entrate era piombata addosso alla proprietaria con una multa. Per tutta risposta, Margherita Gulotta aveva denunciato i due fratelli per invasione del terreno, asserendo di non averglielo mai affidato, mentre per tutti e tre era scattata la denuncia di firma falsa nella scrittura privata che attestava l'affitto e presentata dai fratelli nella richiesta di contributi. (cat.co.)

In Primo Piano
Soccorso

Porto Torres, cade in mare dal molo e non riesce a risalire: salvato da un passante che lo sente urlare

Le nostre iniziative