La Nuova Sardegna

Oristano

Terralba, due auto a fuoco Indagine dei carabinieri

di Elia Sanna
Terralba, due auto a fuoco Indagine dei carabinieri

L’allarme nel cuore della notte, una Clio è andata distrutta, danni a una Ka I proprietari hanno detto di non aver subìto minacce. Non si esclude l’attentato

29 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





TERRALBA. Due auto a fuoco la notte scorsa a Terralba. I carabinieri non hanno escluso la matrice dolosa. L'allarme è scattato nel cuore della notte, poco dopo le 3 in vico Trento, in pieno centro storico. Le fiamme hanno distrutto prima una Renault Clio e si sono successivamente propagate ad una Ford Ka, che si trovavano all’interno del cortile e appartenenti allo stesso nucleo familiare. Il provvidenziale intervento dei vigili del fuoco di Oristano ha evitato che la Ford andasse distrutta come l'altra auto. Sono stati gli stessi proprietari ad accorgersi dell'incendio probabilmente dopo essere stati svegliati dal frastuono provocato dallo scoppio degli pneumatici. I proprietari hanno chiesto subito l'intervento dei pompieri e cercato anche di spegnere le fiamme. Quando gli uomini del 115 hanno raggiunto vico Trento, la situazione era già compromessa: la Clio era oramai ridotta ad un ammasso di lamiere fumanti mentre la Ford era danneggiata solo nella parte posteriore. I pompieri hanno spento le fiamme e messo in sicurezza l'utilitaria e il cortile interno dell'abitazione. Nel corso degli accertamenti i vigili del fuoco non hanno individuato elementi che possano collegare l'incendio ad un attentato, anche se questa eventualità non è stata esclusa. I proprietari delle due auto non hanno saputo fornire ai carabinieri di Terralba alcun elemento utile alle indagini. Le due auto non sono assicurate e i danni subiti non sarebbero superiori ai 2 mila euro. I carabinieri hanno inviato un rapporto alla magistratura ed ora stanno svolgendo le indagini del caso. Negli ultimi due mesi sono stati diversi gli attentati incendiari che hanno coinvolto diverse auto sia a Terralba che nell'hinterland.

In Primo Piano
L’emergenza

Ortopedie chiuse: tutti i pazienti si riversano nei pronto soccorso di Sassari e Cagliari

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative