La Nuova Sardegna

Oristano

piani per l’imprenditorialità

Confermata la disponibilità di fondi Poic per 40 aziende

ORISTANO. Quaranta imprese oristanesi beneficeranno dei fondi del Poic, il Piano operativo per l'imprenditorialità comunale. Altre 80 hanno superato la prima fase del bando per l'area di crisi e...

30 luglio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





ORISTANO. Quaranta imprese oristanesi beneficeranno dei fondi del Poic, il Piano operativo per l'imprenditorialità comunale. Altre 80 hanno superato la prima fase del bando per l'area di crisi e potranno concorrere nella seconda fase per accedere alle agevolazioni messe a disposizione dalla Regione.

«Sono risultati importantissimi per il tessuto produttivo della nostra città - osserva l'Assessore comunale alla Programmazione, Giuseppina Uda -. L'impegno della Giunta Tendas a favore delle imprese, percorrendo le opportunità offerte dai bandi regionali, è stato premiato e dei frutti ne possono trarre giovamento le imprese e i disoccupati».

«Il Piano operativo per l'imprenditorialità comunale - ricorda l'assessore Uda -. È uno strumento che dà l'opportunità alle imprese cittadine di ottenere fino a 50 mila Euro di mutuo a tasso agevolato. L'amministrazione comunale aveva già ottenuto lo stanziamento di 1 milione di Euro a favore delle imprese esistenti e di quelle in fase di costituzione. Era lo stanziamento più alto fra tutti i comuni beneficiari. Grazie all'attività di supporto e orientamento che il Comune ha offerto alle imprese che hanno fatto domanda, questo fondo potrà essere ulteriormente ampliato e questo è un altro risultato incoraggiante. La Regione ha infatti individuato alcuni comuni virtuosi, fra cui Oristano, in cui la progettualità imprenditoriale è stata più attiva e prolifica. A favore di questi comuni verranno stanziati i fondi non utilizzati dagli altri comuni. Saranno quindi circa 40 le imprese oristanesi che potranno ottenere i fondi del Poic, il doppio di quelle previste nella dotazione iniziale attribuita al Poic di Oristano nella prima fase».

«Siamo soddisfatti anche dei risultati che stanno maturando con il bando per le aree di crisi e per l'attuazione dei Progetti di Filiera e Sviluppo Locale: ottanta imprese oristanesi sono state ammesse a partecipare alla seconda fase» aggiunge l'assessore Uda che, facendosi portavoce delle istanze partite dal tessuto imprenditoriale oristanese, ha manifestato alla Regione la necessità di prorogare i termini di scadenza, previsti per il 16 luglio 2014. Gli imprenditori avranno quindi tempo fino alle 12 del 30 settembre per presentare la domanda di accesso all'agevolazione attraverso il sistema informatico messo a disposizione dall'amministrazione regionale.

In Primo Piano
Corpo forestale

Incendi, giornata di fuoco: 10 roghi da nord a sud

Le nostre iniziative