La Nuova Sardegna

Oristano

Masullas, nuovi reperti sotto la chiesa

Masullas, nuovi reperti sotto la chiesa

MASULLAS. Due rinvenimenti archeologici di grande importanza sono emersi a Masullas durante i lavori di restauro e sistemazione del sagrato della chiesa parrocchiale Beata Vergine delle Grazie. Lo...

30 luglio 2014
1 MINUTI DI LETTURA





MASULLAS. Due rinvenimenti archeologici di grande importanza sono emersi a Masullas durante i lavori di restauro e sistemazione del sagrato della chiesa parrocchiale Beata Vergine delle Grazie. Lo scavo stratigrafico, eseguito sotto la direzione dell’archeologa Emerenziana Usai (Soprintendenza di Cagliari e Oristano), ha evidenziato una tomba, al cui interno sono stati rinvenuti i resti di un uomo di età compresa tra i 30 e i 40 anni, deposti sopra un bancone ligneo e accompagnati da una croce ancorata in ferro.

Il secondo ritrovamento è una vasca a pianta cruciforme, le cui caratteristiche indicherebbero un fonte battesimale,eventualità che, se confermata, aprirebbe nuovi scenari sull’eventuale presenza di un luogo di culto ben più antico rispetto all'attuale parrocchiale, il cui primo impianto non risale oltre gli inizi del XVI secolo. Le scoperte saranno illustrate sabato durante una conferenza stampa alla quale prenderà parte anche il sindaco Mansueto Siuni.

Elezioni regionali 2024

Video

Il ministro Antonio Tajani a Olbia: «Gallura roccaforte azzurra, esportiamo il modello in Italia»

Le nostre iniziative