La Nuova Sardegna

Oristano

Turisti delusi, la Pro Loco replica

di Caterina Cossu

Colombino esprime dubbi sulla fondatezza delle accuse «Nessun francese si è presentato nei nostri uffici»

29 agosto 2014
2 MINUTI DI LETTURA





ORISTANO. «Quanto dichiarato dal tour operator è del tutto falso perché scorrendo il registro tenuto dalla Pro Loco contenente nome e firma di tutti coloro che ci richiedono informazioni, non risulta alcuna firma di turisti francesi nel periodo indicato».

È il presidente della Pro Loco Giorgio Colombino a intervenire direttamente con una nota, a seguito della notizia data su queste pagine qualche giorno fa.

Un tour operator locale ha riportato le lamentele di due gruppi di turisti francesi, che hanno criticato Pro Loco, Informa Città ed ex Ept.

I vacanzieri, divisi in due gruppi di cui uno composto da famiglie, hanno riferito di essere rimasti molto delusi lo scorso giovedì 21 agosto per non aver trovato lo spettacolo di balli sardi in piazza, così come gli era stato indicato dagli enti istituzionali preposti alle informazioni turistiche.

Il riferimento è al ciclo di sette serate di intrattenimento, organizzate con largo anticipo all’inizio dell’estate dall’assessore comunale al Turismo, Emilio Naitza, svolte peraltro regolarmente dal 26 giugno al 7 di agosto, nemmeno in costume.

Il racconto del tour operator non trova fondamento in riferimento alla Pro Loco, i cui vertici intervengono chiedendo lumi sulla denuncia che non troverebbe alcun fondamento. «È una notizia che leggo con stupore» specifica ancora Giorgio Colombino, deciso a chiarire e difendere, anche ricorrendo alle vie legali, la posizione dell’Ente da lui presieduto. Fa notare poi il presidente che «è forte il sospetto che tre enti diversi, Pro Loco, Provincia e Informa Giovani, siano incorsi nello stesso errore e sempre con gli stessi soggetti». Colombino propone una riflessione sull’andamento dell’ultima estate che si avvia alla conclusione, visto la sua lunga esperienza alla guida dell’ente ormai pluridecennale.

«Sono convinto che, se pur con tagli abbastanza consistenti, l’amministrazione comunale sia riuscita anche quest’anno a varare e attuare un programma di manifestazioni estive molto dignitoso ed apprezzato. Oristano è città di cultura, arte, ricca di monumenti, di storia, con un mare invidiabile».

E il presidente della Pro Loco spezza una lancia a favore di chi lavora con serietà e coscienza. «Sono tante, quindi, le cose da vedere e apprezzare. Se i turisti citati partono delusi con un brutto ricordo dalla città, in ragione del non aver assistito ad uno spettacolo pur interessante e divertente di ballo in piazza e nemmeno in costume, la cui programmazione era cessata da ben due settimane, allora il programma organizzato per questi signori del tour operator doveva essere assai misero. Tanto da far pensare a molta improvvisazione, scarse capacità, grave disinformazione e poca fantasia».

Giorgio Colombino conclude con un appello-invito. «Consiglio a costoro di cambiare mestiere perché la vera delusione non solo per i turisti ma, anche per noi, sono soltanto loro».

Medioriente

Media arabi: «L’Iran attacca Israele con decine di droni»

Le nostre iniziative