L’oasi non cresce la Lipu attacca il comitato faunistico

Arborea, fermo al palo l’ampliamento di S’Ena Arrubia Ritardi nell’inserimento del Canale di Sant’Anna

ARBOREA. I Comuni aveva dato già il parere favorevole da tempo, manca ancora la risposta del Comitato provinciale faunistico. Così da un anno, una zona importantissima sotto il profilo ambientale, il Canale diversivo di Sant’Anna, uno dei pochi stagni d’acqua dolce a cavallo fra i territori di Arborea e Santa Giusta, non può diventare Oasi di protezione faunistica. La Lipu è in subbuglio. La sezione oristanese della Lega italiana per la protezione degli uccelli, che a suo tempo aveva presentato un a formale richiesta per l’istituzione dell’oasi che nel concreto, amplierebbe la superficie dell’Oasi internazionale di S’Ena Arrubia, ha inviato un nuovo sollecito alla Provincia. Ha scritto al Commissario straordinario Massimo Torrente, accusando il Comitato provinciale faunistico di aver assunto «un atteggiamento palesemente ostruzionistico».

Dietro la vicenda di ritardi e (forse) di incomprensioni, c’è la burocrazia che come al solito non agevola le cose. Se infatti, gli altri enti interessati si sarebbero già espressi positivamente per vincolare il Canale diversivo di Sant’Anna e farlo diventare Oasi di protezione faunistica, mettendo così al riparo dall’estinzione specie di uccelli selvatici come il pollo sultano, la moretta tabaccata, il mignattaio, il tarabuso, il tarabusino, la nitticora, l’airone rosso, la volpoca, il falco della palude e il falco pescatore, il Comitato provinciale faunistico deve esprimere un parere consultivo, ma obbligatorio.

Dunque, senza una relazione del Comitato, il progetto rimane al palo. Eppure alla realizzazione dell’Oasi e dunque dell’ampliamento della zona umida di importanza internazionale di S’Ena Arrubia sembra essersi dimostrato favorevole persino il Consorzio di Bonifica. «Di recente – spiega la Lipu nella nota inviato anche all’assessorato regionale all’Ambiente e, per conoscenza, anche al presidente nazionale della Lipu, Fulvio Mamone Capria – durante un recente incontro, il commissario straordinario del Consorzio, Andrea Abis, ha preso atto delle nostre osservazioni, dimostrando notevole sensibilità».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes