Una discarica a Monte Arci

A poche centinaia di metri dalla provinciale. Noe già interessati

PALMAS ARBOREA. Ai piedi del Monte Arci, non si possono ammirare unicamente paesaggi mozzafiato ma purtroppo, anche pericolose discariche, ovviamente abusive, a cielo aperto di cemento amianto. La denuncia arriva dall’Associazione ex esposti amianto che ha inviato una segnalazione, con richiesta di intervento, alle diverse autorità competenti, Assl ma anche Comune, Arpas e Carabinieri del Noe. Sono stati alcuni cittadini a segnalare che lungo una strada campestre, perpendicolare alla al chilometro 10 della strada provinciale 68, che collega Marrubiu con la frazione di Sant’Anna, qualcuno, probabilmente per risparmiare sui costi dello smaltimento e bonifica, ha abbandonato, due cataste di lastre in amianto e altri rifiuti edili. La prima discarica si trova a 500 metri dalla sbarra in ferro colorata all’inizio della provinciale 68; la seconda è invece a 400 metri di distanza. La segnalazione degli ex esposti è correlata da un dossier fotografico che evidenzia la presenza di una quantità massiccia di lastre in cemento amianto nella seconda discarica e la presenza lungo il cammino della strada campestre di frammenti di cemento amianto provenienti dal sottosuolo e riportati alla luce dalle ultime piogge. «Tanto ci fa presumere la presenza di cemento amianto anche nel sottofondo della strada campestre», si legge nell’esposto, che sottolinea come le due discariche «si trovano in una in una località di alto profilo ambientale, paesaggistico e di utilità pubblica,frequentata da numerosi sportivi, cacciatori e cittadini che praticano attività ambientali durante il tempo libero».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes