Il Comune tarda, le rate si accumulano

Polemica per la consegna delle cartelle di Imu, Tari e Tasi

ABBASANTA. I ritardi nella consegna delle cartelle di riscossione della Tari potrebbero ripercuotersi sui cittadini, che rischiano di dover pagare più rate a distanza ravvicinata. Il problema è stato segnalato alla giunta dalla minoranza attraverso un’interrogazione. Il gruppo “Noi ci siamo” ha chiesto conto delle notifiche tardive sollecitando anche una risposta sulle possibili complicazioni che potrebbero derivare dal fatto che il piano di pagamento fosse stato già predisposto. Il sindaco ha ricondotto le difficoltà alla carenza di personale di cui per qualche tempo ha sofferto l’ufficio tributi e ha assicurato che il problema è in via di risoluzione. «Il piano del servizio di gestione dei rifiuti urbani e le tariffe 2019 sono stati approvati lo scorso marzo. Nel momento in cui quella delibera è stata adottata non sono stati tenuti nella dovuta considerazione i tempi che l’ufficio tributi avrebbe dovuto impiegare per la gestione delle attività per il recupero dell'evasione e dell’elusione di Tari, Imu e Tasi, affidate a una ditta esterna», ha spiegato Stefano Sanna. A questo errore di valutazione si sono aggiunte le assenze del dipendente incaricato dettate da problemi di salute «Di conseguenza non è stato possibile rispettare le previsioni. A quel punto alcune delle scadenze sono state procrastinate fissando i termini al 31 ottobre, al 30 novembre, al 31 dicembre e a gennaio. La consegna degli avvisi di pagamento è in corso, inoltre è stato disposto il reclutamento di altro personale», ha assicurato il sindaco. (mac)

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes