Strade secondarie, arrivano quasi due milioni

La Regione finanzia un piano di interventi che riguarderà 34 Comuni dell’Oristanese

ORISTANO. Con la delibera di martedì, la giunta regionale ha stanziato dieci milioni per lavori di manutenzione e messa in sicurezza della rete viaria, in favore dei piccoli Comuni. Sono soldi che arrivano dalle risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione 2014-2020, chiamato Patto Sardegna che l’assessorato dei Lavori pubblici ha messo a disposizione come misura di sostegno allo sviluppo e contro lo spopolamento.

Le risorse sono destinate all’attuazione di un piano straordinario di messa in sicurezza delle strade nei piccoli comuni delle aree interne, in particolare si tratta quindi di interventi straordinari sulle strade secondarie a gestione comunale. I finanziamenti consentiranno ai Comuni di procedere con l’adeguamento e la manutenzione della rete viaria, con evidenti benefici per la sicurezza stradale e i collegamenti.

In provincia sono 34 comuni in possesso dei requisiti che dovranno spartirsi un contributo complessivo di 1 milione 889mila euro. Le amministrazioni beneficiarie sono quelle di Aidomaggiore, Albagiara, Ardauli, Assolo, Asuni, Baradili, Baressa, Bidonì, Curcuris, Flussio, Gonnoscodina, Gonnosnò, Laconi, Magomadas, Modolo, Montresta, Neoneli, Nughedu Santa Vittoria, Nureci, Pau, Ruinas, Sagama, Scano Montiferro, Senis, Sennariolo, Simala, Sini, Sorradile, Suni, Tinnura, Tresnuraghes, Ula Tirso, Villa Sant’Antonio e Villa Verde.

«Questo intervento – afferma il consigliere regionale Alfonso Marras che ha caldeggiato l’iniziativa – riveste notevole importanza per i piccoli comuni delle aree interne che potranno dare soluzione alle situazioni di particolare criticità, garantendo la messa in sicurezza della viabilità e consentendo anche un maggiore sviluppo economico e sociale del territorio. Esprimo pertanto notevole soddisfazione e apprezzamento per l’opera dell’assessore regionale ai Lavori pubblici, Roberto Frongia, che dimostra sensibilità e attenzione anche verso i territori più interni e a rischio spopolamento».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes