I barracelli più bravi sono quelli di Paulilatino

La compagnia considerata la migliore dell’isola per il suo servizio annuale Riceverà 37.650 euro. Bene anche Samugheo, Santu Lussurgiu e Bosa

PAULILATINO. Operativa 365 giorni all’anno per 24 ore al giorno, la compagnia barracellare ha chiuso il 2019 con 37.325 ore di servizio, 25 operazioni antincendio e un lungo elenco di collaborazioni con organismi e autorità deputati a garantire la sicurezza pubblica. Un impegno premiato anche dalla Regione, che ha assegnato alla polizia rurale di Paulilatino il punteggio più alto fra quelli attribuiti alle 153 compagnie che «Si sono particolarmente distinte nell’espletamento delle proprie attività istituzionali», com’è specificato nella delibera sulla ripartizione del contributo annuale approvata a fine dicembre. A confermarlo, oltre ai numeri, è la qualità del servizio, che in base alle valutazioni del sindaco e del corpo forestale ha raggiunto l’eccellenza e secondo il giudizio del prefetto si è attestata su un ottimo livello.

Il riconoscimento è arrivato nel decennale della fondazione della compagnia, costituita nel 2009 per arginare i fenomeni criminosi che nelle campagne stavano alimentando un crescente malessere. Da allora la spirale è notevolmente regredita e in misura inversamente proporzionale sono aumentati, invece, i compiti istituzionali e l’impegno profuso nei diversi ambiti d’intervento. «Non possiamo che essere orgogliosi di questo risultato, frutto della costante e qualificata dedizione al dovere», ha commentato l’amministrazione comunale rivolgendo pubblicamente un ringraziamento per il servizio reso alla comunità. La compagine paulese è formata da 61 agenti, che sotto la guida dello storico capitano Giuseppe Caddeo opera con turnazioni giornaliere svolgendo attività di monitoraggio del territorio, e coadiuvando, quando richiesto, il Corpo forestale, i vigili del fuoco, le forze dell’ordine, le istituzioni locali e la protezione civile anche oltre i confini comunali. Pattuglia un territorio vasto 140 chilometri quadrati con l’ausilio di due mezzi antincendio e due droni, ma insieme alle nuove tecnologie continua a dimostrarsi preziosa l’interazione con allevatori, agricoltori e cacciatori. Il premio stanziato dalla Regione ammonta a 37.650 euro, 12mila in più di quanto concesso alla compagnia di Samugheo, che con un punto di differenza si attesta alle spalle di Paulilatino insieme ai corpi di polizia di Bosa e di Santu Lussurgiu. Nella graduatoria sono rientrate anche le compagnie di Ghilarza (27.300 euro), Abbasanta (12.600 euro), Norbello e Sedilo (12.400 euro), Fordongianus (6.800), Soddì (6.300), Ardauli (3.800), Nughedu (3.300) e Neoneli, beneficiaria di 1.800 euro.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes