Tributi, uno sconto per chi ha chiuso

L’amministrazione conteggerà solo il periodo di attività aziendale

SANTA GIUSTA. L’amministrazione comunale è impegnata su più fronti per ovviare ai problemi collegati alle questioni sanitarie, ma anche la comunità che risponde con importanti azioni di solidarietà. Procede in questi giorni, infatti, la produzione di mascherine da parte di alcune volontarie, che ottengono il materiale con cui poi danno vita a uno strumento di protezione di cui c’è un grande bisogno.

Per quel che riguarda i bonus previsti dal governo e dalla Protezione civile, si è deciso di procedere, adeguando in alcuni casi le norme a situazioni particolari. È stata attivata, inoltre, un’azione per le imprese che prevede il rinvio del pagamento dei tributi, con i saldi che verranno chiusi dopo giugno. Si utilizzeranno fondi comunali con risorse di bilancio e per Cosap, Tari e tasse di pubblicità il metodo di pagamento sarà diverso. Non ci si limiterà a uno slittamento, che comunque prevede, seppur posticipato, l’esborso, ma l’amministrazione comunale ha deciso che per tutto il tempo in cui le attività sono rimaste chiuse, non verranno pagati quei tributi. Per i mesi in cui non si è lavorato, in virtù della norma comunale, non sarà necessario pagare, saranno a carico del Comune come avanzo di amministrazione che servirà in parte a coprire le spese. Quindi la tassa per gli esercenti non sarà sui dodici mesi, ma su quelli realmente lavorati. Infine, per quel che riguarda il bonus alimentare, gli interessati dovranno compilare un modulo per farne domanda con posta elettronica all’indirizzo: info@comune.santagiusta.or.it o, se impossibilitati a farlo, recandosi al protocollo dell’ente dalle 11.30 alle 13.30. (ni.po.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes