Unione del Barigadu, sul piatto 90mila euro per alleviare la crisi

BUSACHI. Sono allo studio dell’Unione dei comuni del Barigadu alcune misure di aiuto per attenuare l’impatto negativo della crisi economica generata dal blocco del sistema produttivo, commerciale e...

BUSACHI. Sono allo studio dell’Unione dei comuni del Barigadu alcune misure di aiuto per attenuare l’impatto negativo della crisi economica generata dal blocco del sistema produttivo, commerciale e dei servizi imposto per arginare la pandemia di coronavirus. Nei giorni scorsi i sindaci hanno dato mandato agli uffici di incaricare un professionista esterno perché individui soluzioni compatibili con gli interventi adottati dai governi nazionale e regionale.

Le linee di indirizzo prevedono sgravi fiscali e misure contributive, ma sarà l’esperto a indicare le strade più praticabili per dare sollievo alle imprese dei nove paesi del territorio penalizzate dal blocco o dal calo della domanda e dei consumi conseguenti alla paralisi di due terzi delle attività economiche del Paese.

«Una soluzione potrebbe essere quella di abbattere i tributi unita a una qualche forma di contributo – anticipa il presidente dell’Unione del Barigadu, Giovanni Orrù –. Siamo però ancora nel campo delle ipotesi: affideremo un incarico esterno perché siano individuate soluzioni efficaci e complementari alle iniziative che stanno mettendo in campo lo Stato e la Regione. Quello che ci preme è di aiutare tutte quelle partite Iva colpite dalla crisi che devono sostenere dei costi a fronte di mancati introiti». Le risorse saranno attinte dal capitolo del bilancio, approvato giusto mercoledì e dedicato alla promozione turistica del territorio. L’importo si aggira attorno ai 90mila euro. (mac)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes