La maggioranza litiga per via Pietri

FdI all’assessore: «Mesi di immobilismo. Elimini le barriere architettoniche»

ORISTANO. Finisce la tregua nella maggioranza di centro destra guidata da Lutzu? Nessuna dichiarazione di guerra, ma i segnali di tensione si moltiplicano e dopo l’abbandono dell’aula virtuale da parte di Vincenzo Pecoraro (Udc) che nella scorsa seduta di Consiglio aveva votato una delle mozioni presentate dalla minoranza, arriva un’interpellanza che porta la firma dei tre consiglieri di Fratelli d’Italia Peppi Puddu, Fulvio Deriu e Lorenzo Pusceddu e del consigliere di Fortza Paris Andrea Muru.

Il tema è quello delle barriere architettoniche in via Dorando Pietri, con le discese per i disabili ancora impraticabili nonostante un’interpellanza del marzo 2019 firmata dallo stesso Muru. I toni, tuttavia, non sono quelli tipici nella dialettica interna alla maggioranza: il titolo dell’interpellanza definisce drasticamente l’operato dell’assessore ai Lavori pubblici Francesco Pinna (ex Forza Italia): «Quindici mesi di totale immobilismo». Una stilettata che in genere ci si aspetta dall’opposizione, anche perché i consiglieri avvisano l’assessore che il protrarsi dell’inerzia potrebbe portare alla richiesta di una verifica politica sulla sua azione.

Tornando al fatto, il problema è evidente. Siamo nella zona degli uffici finanziari e per le persone con difficoltà motorie l’attraversamento di via Pietri è un calvario, tra marciapiedi dissestati e aiuole impraticabili. I quattro consiglieri chiedono di spiegare come mai non siano stati svolti i lavori rientranti nel progetto Lavoras e di fornire una scansione temporale sulla sistemazione dell’area. (dav.pi.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes