Cera: «Cornacchie da abbattere senza ritardi»

ORISTANO. Troppe cornacchie, vanno abbattute. Lo ricorda in una lettera al presidente della Reginoe Solinas il consigliere regionale di Forza Italia e sindaco di San Nicolò Arcidano Emanuele Cera....

ORISTANO. Troppe cornacchie, vanno abbattute. Lo ricorda in una lettera al presidente della Reginoe Solinas il consigliere regionale di Forza Italia e sindaco di San Nicolò Arcidano Emanuele Cera. Nelle campagne oristanesi la presenza delle cornacchie, oltre a essere vettore di contagio per la febbre del Nilo, crea ogni anno problemi agli agricoltori. E ogni anno le associazioni chiedono il loro contenimento, cioè l’abbattimento contingentato, trovando la fiera opposizione delle associazioni ambientaliste. Adesso interviene Cera ricordando a Solinas che le norme già in vigore consentono l’intervento e che ogni ritardo appare ingiustificato. «Gli operatori agricoli manifestano un fortissimo e crescente malessere. Non si comprende il motivo per cui l’Assessorato alla Difesa dell’Ambiente non dato il via libera agli abbattimenti. Bisogna attivare o rinnovare i piani in scadenza; autorizzare gli abbattimento delle cornacchie da arte dei proprietari dei fondi e attivare la delega all’abbattimento come previsto dalla nuova legge regionale». In provincia sono 250 i soggetti abilitati ad abbattere le cornacchie. Aspettano solo il via libera.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes