Nel Sinis il parcheggio si paga anche sotto le stelle

La scelta del Comune per evitare l’assalto notturno di camper e caravan Da domani in funzione l’app che indica il numero dei bagnanti in spiaggia

CABRAS. Anche di notte. Il parcheggio a pagamento a Is Aruttas non conoscerà pause in questi mesi d’estate e sarà in funzione anche sotto la luce delle stelle. Assieme all’applicazione per conoscere in tempo reale sapere se c’è uno spazio per stendere l’asciugamano nelle spiagge del Sinis, quella che riguarda la sosta è la grande novità del piano 2020 per la gestione del litorale. Sarà operativo da domani e terrà conto delle disposizioni per limitare la diffusione del Covid oltre a quelle già adottate in passato per la salvaguardia dell’ambiente. Le parole d’ordine dell’amministrazione comunale sono tre: sicurezza, ordine, servizi. Due sono invece le novità: la tariffa notturna per il parcheggio dall’una di notte alle otto di mattina e la disponibilità di un’applicazione da scaricare gratuitamente sul telefonino che consentirà di conoscere, secondo per secondo, la disponibilità o meno di spazi liberi nelle spiagge.

Parcheggiare di notte costerà 6 euro alle auto e 9 ai Caravan. Ma a Is Aruttas, la perla del Sinis, i prezzi salgono sino a 9 euro per le auto e a 13.50 per Caravan. «La tariffa notturna ha due scopi – ha detto il sindaco Andrea Abis –. Il primo è regolamentare l’accesso alle spiagge, l’altro è monitorare la situazione delle presenze». Durante il giorno la sosta si pagherà fino alle 20 e i costi sono gli stessi del 2019. Gli abbonamenti si possono fare on-line o nel botteghino di via Tharros a Cabras, tutti i giorni dalle 9 alle 13.

«La scelta di interrompere il pagamento nella fascia serale è stata fatta per agevolare il lavoro dei ristoratori e dei titolari dei chioschi, ma soprattutto, pur essendo i costi di gestione più cari per l’amministrazione, per incentivare la fruizione intelligente delle nostre località marine – ha spiegato il sindaco –. Interrompendo il pagamento della sosta alle 20, inoltre, evitiamo l’assillo del parcheggio a chi vorrà andare a mangiare in un ristorante o in una pizzeria della nostra costa».

La seconda grande novità è è l’introduzione dell’applicazione per i telefonini, già attiva in altri comuni della penisola. Si chiama “SpiaggiaTi”. «Il servizio è gratuito e i dati inseriti dagli utenti non saranno salvati né conservati», assicurano i titolari dell’app Giacomo Porcile e Alberto Mazzuola. Lo scopo è quello di informare gli utenti sul grado di affollamento della spiaggia scelta evitando così gli assembramenti. A modificare costantemente il numero delle presenze ci penseranno gli incaricati della sosta, mentre il sistema provvederà ad aggiornare i dati in tempo reale.

L’obiettivo è quello di consentire al maggior numero di persone di usufruire delle spiagge del litorale senza accalcarsi solo in alcune. A Is Aruttas sono previsti poco meno di 700 stalli per il parcheggio e, una volta occupati quegli spazi, gli utenti dovranno necessariamente dirigersi verso un’altra località.

I controlli saranno garantiti da 45 volontari istruiti dal Comune nelle scorse settimane. A loro spetterà il compito di far osservare i divieti e disciplinare il posizionamento degli ombrelloni, ognuno dei quali avrà a disposizione uno spazio di oltre 7 metri quadrati; ai bagnanti vengono chiesti collaborazione e il rispetto delle prescrizioni.

In questi giorni sarà ultimato il posizionamento della segnaletica nei punti di accesso al litorale e nelle spiagge. Tra qualche giorno sarà operativo anche il numero verde, 800596880, Pronto Spiaggia. Per fare le segnalazioni basterà seguire il percorso indicato dalla voce guida, registrata in più lingue. In questi giorni si sta completando la sistemazione delle passerelle per consentire l’accesso dei disabili fino al mare. Infine, l’utilizzo dei servizi igienici nelle spiagge costerà 1 euro.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes