Salute animale, allarme nell'Oristanese per il virus Maedi-Visna degli ovini

Il consigliere regionale 5Stelle Solinas primo firmatario di una mozione

CAGLIARI. «Il virus Maedi-Visna, responsabile di una patologia ovina altamente contagiosa che colpisce in particolare i polmoni degli animali, preoccupa sempre più gli allevatori della Sardegna. In particolare i proprietari di diverse aziende dell'Oristanese in cui i controlli sui capi malati, effettuati sin dal 2014 dall'Istituto Zooprofilattico, hanno permesso di accertare la presenza del virus in percentuali preoccupanti».

Il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Alessandro Solinas, è il primo firmatario di una mozione che impegna il presidente della Regione e la Giunta ad adottare immediatamente le misure necessarie ad accertare l'effettiva diffusione del virus. «Gli allevatori hanno aderito volontariamente al protocollo di risanamento proposto dal 2015 dalla Asl di Oristano, isolando i capi infetti e anche affrontando ingenti spese, ma è stato sospeso appena un anno dopo - attacca - Attualmente, a distanza di anni, la situazione è senza dubbio peggiorata. Ma soprattutto, alla luce dell'emergenza sanitaria che stiamo attraversando, la Regione non può sottovalutare alcun aspetto legato alla salute pubblica, considerato che gli effetti di questo virus sull'uomo, dovuti alla probabilità di assumere latte o carne di animali infetti, non sono stati ancora verificati».

«L'inaspettata emergenza Covid ci impone di non sottovalutare alcun aspetto. Il virus Maedi Visna ha un lungo periodo di incubazione e si diffonde tra gli animali soprattutto attraverso l'assunzione di colostro e di latte, ma è comunque possibile che la trasmissione si verifichi anche attraverso il contatto diretto tra animali», conclude Solinas. (Ansa).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes