Due asinelle per l’ex rugbista Lo Cicero

“Paradura” dei cacciatori a Marrubiu. Animale del campione abbattuto per errore

MARRUBIU. Non è “paradura”, ma è molto vicina. Saranno infatti dei cacciatori sardi a regalare due cucciole di asina ad Andrea Lo Cicero. Qualche giorno fa, all’ex nazionale di rugby, era stata uccisa a fucilate la sua asina, Zaira, colpita da un cacciatore che l'aveva scambiata per un cinghiale. La notizia aveva destato enorme scalpore: l’asina Alessia, infatti, faceva parte di un piccolo allevamento che di asini destinati all’onoterapia per i bambini disabili. Lo Cicero, infatti, dopo una carriera da grande atleta, con ben 103 presenze in Nazionale e la partecipazione a diversi campionati del Mondo, da qualche anno vive a Nepi, in provincia di Viterbo, dove la sua famiglia ha un’azienda agricola per l’allevamento asini ed altri animali. «Una vicenda che ha addolorato tutti, compresi noi cacciatori» dice Marco Efisio Pisanu, presidente dell’associazione “Caccia, pesca e tradizione” che ha sede a Marrubiu ma che conta più di 5mila iscritti in tutta l'isola. Pisanu ha chiamato al telefono Lo Cicero, offrendogli aiuto. «Abbiamo parlato a lungo – racconta Pisanu – lui mi ha detto di non essere contro la caccia ma che ci voglia più attenzione e rispetto e, del resto come anche noi da tempo affermiamo, che la legge del 1992 abbia bisogno di essere modificata dato che le campagne sono sempre più abitate». Il campione di rugby ha accolto positivamente la proposta di Pisanu che si è impegnato a dargli due cucciole di asina. «Le ha chieste piccole perché in questo modo si ambienteranno più facilmente nella loro nuova casa », dice Pisanu che attraverso la sua associazione ha avviato una sottoscrizione. «Abbiamo già raccolto quasi 2500 euro, dei quali, mille li messi l’associazione. I costi maggiori sono quelli del trasporto, ma confidiamo di raggiungere in fretta la somma necessaria, dato che anche i cacciatori della Penisola hanno deciso di contribuire. Ovviamente chiunque può partecipare e inviare la propria offerta a. Associazione CPT Sardegna, Iban IT58S0101585550000070711684 Causale: "Zaira"».

I due asinelli faranno parte così dell’allevamento che la famiglia Lo Cicero sta mandando avanti per un progetto per la realizzazione di una struttura di onoterapia per bambini disabili e down battezzato "La Terra dei Bambini". «Speriamo di poter consegnare al più presto le due asinelle. Spero in quell’occasione di esserci anche io e poterlo incontrare. Anche perché ci piacerebbe che una delle due asine venga battezzata Diana, in ricordo del nostro impegno».(m.c.)



WsStaticBoxes WsStaticBoxes