Un calendario speciale dedicato ai centenari del paese

SORRADILE. Dal 1833 al 1920 Sorradile ha dato i natali a quindici centenari e anche nel 2021 il Comune celebra gli abitanti più longevi in un calendario dedicato.«Tutti loro hanno contribuito ad...

SORRADILE. Dal 1833 al 1920 Sorradile ha dato i natali a quindici centenari e anche nel 2021 il Comune celebra gli abitanti più longevi in un calendario dedicato.

«Tutti loro hanno contribuito ad accrescere le radici dell' identità e dei valori della nostra comunità», si legge nella prefazione scritta dal sindaco Pietro Arca. Apre la lunga carrellata Giovanna Carboni, che con le 100 primavere raggiunte ad agosto è la più piccola dei cinque vegliardi viventi. Seguendo l'ordine dei mesi si ritrovano le foto e le biografie di Caterina Angela Sanna, venuta alla luce il 5 febbraio del 1920, le sorelle Maria Rosa e Maurizia Congiu, rispettivamente classe 1917 e 1919, Daniele Flore, scomparso undici mesi fa all'età di 103 anni. E ancora, Maria Francesca Puliga, nata nel 1901, Raimonda Marongiu (1907), Sebastiana Pinna (1908), Giovanni Battista Piras (1833), Maria Francesca Pinna (1904), Salvatorico Depani (1918), Giovanna Depalmas (1850), Giacomo Vinci (1887), Marianna Vinci (1911) e Maria Mascia, del 1866. Il paese si è autoproclamato Borgo della longevità. E nel prossimo futuro altri residenti potrebbero prendere il testimone dei predecessori, perché, se è lungo l'elenco dei centenari, affollata è la cerchia degli ultranovantenni: ben 22, di cui cinque alla soglia dei 98 e dei 97 anni. (mac)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes