Caso rifiuti a San Salvatore, «Giunta al lavoro e senza colpe»

CABRAS. Botta e risposta nel giro di poche ore. L’assessore al Servizio di igiene pubblica e ambientale, Marco Mascia, replica ad Alessandra Lochi sul caso San Salvatore di Sinis. La consigliera del...

CABRAS. Botta e risposta nel giro di poche ore. L’assessore al Servizio di igiene pubblica e ambientale, Marco Mascia, replica ad Alessandra Lochi sul caso San Salvatore di Sinis. La consigliera del gruppo autonomo “Cabras popolare progressista”, aveva portato all’attenzione della giunta «lo stato di abbandono in cui versa la borgata», tanto amata dai cabraresi, fatta oggetto negli ultimi tempi di azioni incivili, con l’abbandono di rifiuti all’ingresso e all’interno del villaggio.

«La questione è ben nota all’amministrazione comunale – ribatte Mascia – che costantemente si occupa del ritiro dei rifiuti non solo a San Salvatore, ma anche in molte altre parti del territorio in cui si verifica il fenomeno. Pertanto è inaccettabile far ricadere sulla giunta comunale le colpe dell’inciviltà delle persone». La consigliera Lochi ha proposto, come possibili soluzioni, la creazione di isole pedonali e l’installazione di un sistema di videosorveglianza. «La prima proposta, per come è formulata, risulta demagogica – obietta Mascia – e non risolverebbe il fenomeno. Al contrario legalizzerebbe a tutti gli effetti le discariche abusive. Sulla seconda esiste un progetto definitivo, già approvato. La procedura di affidamento è in corso e si procederà al posizionamento degli impianti quando le condizioni meteorologiche consentiranno l’ntervento». Non è tutto. «Sono allo studio diverse soluzioni migliorative – annuncia Mascia – che si avrà cura di concretizzare e di comunicare».

Nel frattempo «il servizio di raccolta dei rifiuti risulta attivo – precisa l’assessore – e pienamente operativo secondo le giornate stabilite nel calendario». All'immobilismo denunciato dalla Lochi, infine, la giunta replica: «Il nostro obiettivo è quello di continuare con forza la raccolta differenziata dei rifiuti, anche nella borgata di San Salvatore, per evitare che il villaggio si trasformi in una pattumiera». (p.camedda)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes