Spacciavano anche durante il lockdown, cinque arresti a Oristano

Un elicottero dei carabinieri

Carabinieri mobilitati dalle prime ore del mattino

ORISTANO. Spacciavano droga nella zona di San Nicolò, Simaxis, Nurachi e nell'area Oristanese e hanno continuato a farlo nonostante gli arresti in flagranza e nonostante le limitazioni imposte per frenare la diffusione del coronavirus. Ora i Carabinieri della Compagnia e del Comando provinciale di Oristano hanno messo fine alla loro attività: si è conclusa, infatti, con cinque persone finite agli arresti domiciliari, un obbligo di dimora e due obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria l'operazione «Camera Snarcy», scattata questa mattina e che ha smantellato un gruppo specializzato nello spaccio di droga. Ai domiciliari sono finiti Manuel Medda, 45 anni di San Nicolò D'Arcidano come Mario Meloni, 58 anni. Ai domiciliari anche Sabina Agusta Corriga, 33 anni di Siamanna, Vincenzo Sottile 34 anni di Nurachi e Sandro Pia 42 anni di Oristano. Sottoposto a obbligo di dimora Alex Medda, 25 anni di San Nicolò D'Arcidano, obligo di firma invece per Jionatan Caddeo, 22 anni e Alice Erdas, 20 anni entrambi di Zerfaliu. (ANSA).
WsStaticBoxes WsStaticBoxes