Il componidori del 1984 nel quadro di Ferreri

ORISTANO. Anche le sale di un bar possono diventare il luogo ideale per ospitare un’opera d’arte e allo stesso tempo per celebrare la Sartiglia. Con la festa che è rinviata all’anno prossimo, si...

ORISTANO. Anche le sale di un bar possono diventare il luogo ideale per ospitare un’opera d’arte e allo stesso tempo per celebrare la Sartiglia. Con la festa che è rinviata all’anno prossimo, si stanno moltiplicando in città le manifestazioni di vicinanza alla giostra, un affetto trasversale che coinvolge tantissime persone, associazioni e persino il mondo del commercio. Nella sala del bar La terrazza in via Cagliari è stato infatti esposto un quadro del pittore oristanese Mauro Ferreri, pittore recentemente scomparso e tanto ben voluto in città, che ritrasse il componidori Mario Floris nella Sartiglia del 1984 in cui fu capo corsa. Le sue gesta da cavaliere colpirono la fantasia e stimolarono la creatività dell’artista che immortalò il componidori mentre benediceva la folla con sa pippia de maiu, momento altamente simbolico della giostra del carnevale oristanese.

L’opera sarà esposta per alcuni giorni, ma sicuramente incuriosirà tante persone che potranno ammirare una delle creazioni dell’estro sempre fecondo di Mauro Ferreri che a Oristano e alla sua manifestazione principe ha dedicato molte altre opere.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes