Una tettoia di troppo a due passi dall’Omodeo

SORRADILE. C’è un abuso da sanare nel borgo turistico sul lago Omodeo. Si tratta di una tettoia in legno aperta su tre lati installata all’ingresso del punto ristoro. La protezione non ha comportato...

SORRADILE. C’è un abuso da sanare nel borgo turistico sul lago Omodeo. Si tratta di una tettoia in legno aperta su tre lati installata all’ingresso del punto ristoro. La protezione non ha comportato aumenti di volume, ma rischia di essere un impedimento all’approvazione del progetto definitivo di ampliamento della struttura ricettiva di proprietà del Comune. L’intervento è stato finanziato dalla Regione con i fondi della programmazione territoriale, ma nel progetto presentato all’Ufficio di tutela del paesaggio per i pareri autorizzativi non figurava la tettoia. L’organismo di tutela ha segnalato la difformità al Comune, che ovvierà al problema con una sanatoria. Sarà affidato l’incarico a un architetto per mandare avanti la pratica. Terminata la procedura potrà essere richiesto il nullaosta al progetto di ampliamento della struttura turistica a pochi metri dal lago e dal porticciolo. (mac)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes