Il mercato di via Mazzini sarà demolito

Per l’impresa subentrata a quella fallita, impossibile recuperare la struttura. Bisogna rifare tutto daccapo

ORISTANO. Quello scheletro di cemento armato non dovrebbe star lì. Se tutto fosse andato per il verso giusto, oggi in via Mazzini dovrebbe essere operativo il mercato civico rinnovato. Nei fatti, però, è andato storto quasi tutto: errori progettuali, riconosciuti anche dal tribunale, problemi legati alla presenza di amianto, il contratto con la prima ditta che si era aggiudicata i lavori nel 2015, la Dentoni Costruzioni, risolto dal Comune per inadempienza. Nel 2019 l'incarico è passato ai secondi classificati, la Pellegrini, che hanno portato a termine a fine 2020 i lavori sul parcheggio a due piani che si affaccia su via Mariano. La struttura, per ora, è spesso vuota, ma tra restrizioni anti-Covid e situazione del mercato è ancora presto per dare giudizi. La ditta dovrebbe aver completato la revisione del vecchio progetto per la ristrutturazione del mercato e ormai sono cadute le incertezze sul destino della struttura: sarà demolita e ricostruita. «La demolizione è inevitabile – spiega il sindaco Lutzu – in quanto è prevista da documenti tecnici inequivocabili». «La ristrutturazione non si può fare – commenta il presidente della commissione Lavori pubblici, Luca Faedda – anche perché nel frattempo sarebbe difficile ottemperare alle nuove normative, anche di carattere antincendio». Questo però non vuol dire che sarà necessario fare un nuovo progetto da capo «La ricostruzione si svolgerà nel solco del progetto originario» spiega Faedda. A questo punto, però, bisogna sciogliere il nodo delle risorse. Il progetto originario valeva 3 milioni e 200 mila euro. Quando la Pellegrini ha riaperto il cantiere all'inizio del 2020, era già stato speso un milione di euro. Dei 2,2 milioni restanti, un milione è stato utilizzato per la realizzazione del parcheggio, quindi attualmente dovrebbe essere rimasto disponibile per il lavori sul mercato un altro milione circa. Non basterà di certo e l'amministrazione si è già mossa per richiedere ulteriori finanziamenti alla Regione, per 2 milioni di euro. «Con le risorse già disponibili si può cominciare – spiega Faedda – e a breve attendiamo comunicazioni dalla Regione per quelle aggiuntive. Sono fiducioso anche per il mercato».

«Il mercato è fondamentale – afferma l'assessora alle Attività produttive Marcella Sotgiu – avrebbe una valenza importantissima per rivitalizzare via Mazzini, che era un tempo la principale via commerciale di Oristano. E poi ci sono tanti operatori che attendono da anni di poter tornare dentro il mercato che dovrà essere un luogo adatto e sicuro alle esigenze di chi ci lavora e dei cittadini».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes