Casette dormitorio, via ai lavori tra le polemiche

ORISTANO. Sono cominciati, nel terreno all’angolo fra viale Brianza e via dei Maniscalchi all’ingresso nord (foto), i lavori per la sistemazione di quattro casette prefabbricate. Nelle intenzioni del...

ORISTANO. Sono cominciati, nel terreno all’angolo fra viale Brianza e via dei Maniscalchi all’ingresso nord (foto), i lavori per la sistemazione di quattro casette prefabbricate. Nelle intenzioni del Comune, due saranno destinate a situazioni di emergenza abitativa temporanea e due a sostituire provvisoriamente il dormitorio Plus per senzatetto, chiuso da un anno prima per l’impossibilità di adeguamento alle norme di sicurezza contro il Covid e, poi, perché l’edificio, che il Plus utilizzava sulla base di un contratto di affitto, è stato venduto dai proprietari a un altro privato. È proprio sulla sistemazione del dormitorio, che per l’amministrazione dovrebbe essere trasferito in futuro a Donigala, che si concentrano le critiche della minoranza. «Lo abbiamo già fatto presente più volte: la scelta delle casette per sostituirlo, anche se provvisoria, è inadeguata – attacca il consigliere indipendente Francesco Federico –. I prefabbricati sembrano molto piccoli. Nel vecchio dormitorio i volontari dell’associazione Domus stavano in un piano e gli utenti del centro in quello superiore. Qui è impensabile che ci sia un volontario in ogni casetta, ma se succede qualcosa all’interno chi ne risponde?» Per Federico il Comune non si sta impegnando: «Il dormitorio è un servizio importante, ma lo riconoscono come tale? L’amministrazione sa che questa soluzione non è praticabile. Se ci tengono dovrebbero cercarne altre». (dav.pi.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes