Un piccolo anfiteatro a Su Cantaru

L’amministrazione vuole riusare l’area per la pista di pattinaggio

GHILARZA. Per la storica incompiuta dei giardini di Su Cantaru si profila una seconda vita. La pista di pattinaggio costruita più di vent'anni fa e mai utilizzata potrebbe essere trasformata in un anfiteatro. L'amministrazione comunale è decisa a dare corso a un suo vecchio progetto, rispolverato nell'ultima campagna elettorale. L'impianto sportivo realizzato nel parco all'ingresso del paese in realtà non sarà demolito, se non in misura parziale, ma trasformato in una piccola arena destinata a ospitare eventi di varia natura. Secondo le stime del Comune la riconversione della struttura verrebbe a costare 250mila euro circa, cifra che l'ente locale potrebbe procurarsi solo con l'accesso a fondi pubblici. Un canale di finanziamento potrebbe aprirsi a breve. «Non sappiamo ancora quando, ma dovrebbe uscire un bando della Regione che potrebbe fare al caso nostro», riferisce il sindaco Stefano Licheri annunciando i prossimi passi. «Abbiamo già un progetto preliminare che rivede la destinazione d'uso della pista e stiamo predisponendo tutta la documentazione per poter partecipare«. Il futuro anfiteatro sostanzialmente ingloberà la vecchia struttura in cemento armato, «salvo il parapetto interno, la pista non sarà demolita ma riadattata – prosegue Licheri – l’anfiteatro avrà una capienza di 700 posti circa che, con il clima di cui gode l'isola, da aprile a settembre potrà ospitare persino in notturna spettacoli di ogni genere: dal teatro al cinema all'aperto e alla presentazione di libri. Se avremo la possibilità di portare avanti il progetto, con risorse extra potremmo realizzare parcheggi nella pineta vicina a Su Cantaru». (mac)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes