Tre giorni di festa del Gremio con il cambio de s’Oberaju maiori

ORISTANO. Il Gremio dei Contadini si prepara a festeggiare il proprio patrono, San Giovanni Battista. I riti religiosi andranno avanti dalla sera del 23 a quella del 25, anche se, a causa dell'emerge...

ORISTANO. Il Gremio dei Contadini si prepara a festeggiare il proprio patrono, San Giovanni Battista. I riti religiosi andranno avanti dalla sera del 23 a quella del 25, anche se, a causa dell'emergenza sanitaria ancora in corso, non ci sarà spazio per i tradizionali cortei che accompagnano la bandiera del gremio nei suoi tragitti. Domani alle 18, la bandiera di San Giovanni, accompagnata dal solo Oberaju de càscia Maurizio Casu, lascerà a bordo di un pick up la casa di Nando Faedda, Oberaju maiori uscente e protagonista proprio insieme al componidori Maurizio Casu della Sartiglia 2021 dimezzata dal Covid. La bandiera arriverà a San Giovanni dei Fiori, dove alle 19 si terrà la messa della vigilia. L'indomani, giorno della natività di Giovanni Battista, sempre nella chiesa campestre sarà celebrata la messa solenne. Il 25 alle 19, dopo la tradizionale messa in suffragio dei soci defunti del Gremio che si terrà alle 7.30 del mattino, la bandiera accompagnata dal solo Nando Faedda verrà trasferita, sempre sul pick up, a casa del nuovo presidente, Michele Pinna, che sarà affiancato alla guida del Gremio da Tore Carta. Per i due la sfida principale sarà l’organizzazione della Sartiglia 2022, dopo lo stop imposto quest’anno dalla pandemia. (dav.pi.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes