Consorzio di bonifica, alt dalla Regione

L’assessora Murgia sta coi sindacati: «Si rispettino le regole per le stabilizzazioni»

ORISTANO. Permane lo stato di agitazione dei lavoratori del Consorzio di Bonifica, proclamato da Cgil, Cisl e Uil, sulle procedure decise dal consiglio di amministrazione per la stabilizzazione dei precari. L’annuncio è arrivato dopo l’incontro che le segreterie regionali sindacali hanno avuto con l’assessora all’Agricoltura, Gabriella Murgia. I segretari regionali di Flai Cgil, Fai Cisl e Filbi Uil, Anna Rita Poddesu, Bruno Olivieri e Franco Pani, muovono pesanti accuse nei confronti del presidente del Consorzio dell’Oristanese, Carlo Corrias, «Che, arrogandosi il diritto di fare quello che vuole, quasi il Consorzio fosse sua proprietà, ha licenziato un documento con criteri di stabilizzazione, decisi in maniera soggettiva, ignorando volutamente quanto previsto della delibera regionale».

I sindacati che definiscono «inammissibile» la decisione del Consorzio, hanno chiesto all’assessora «di fermare immediatamente l’arrogante comportamento del presidente e di costringerlo ad attenersi a quando deciso dalla giunta regionale». I sindacati accusano Corrias di «totale indifferenza per le regole» e sostengono che le assunzioni di 49 lavoratori siano avvenute «contravvenendo il decreto regionale».

I rappresentanti dei lavoratori, che si definiscono «parzialmente soddisfatti degli impegni assunti dall’assessora Murgia, riferiscono che ora sarà lei stessa a intervenire sulla presidenza del Consorzio: «Ha ribadito con forza che le stabilizzazioni dovranno essere fatte secondo i criteri individuati dalla delibera e che tutto ciò che esula dalla stessa verrà bocciato. Ha preso l’impegno, avendo anche stanziato un’anticipazione delle risorse previste per agevolare i Consorzi all’avvio del percorso, di sollecitare, sia amministrativamente che politicamente, le amministrazioni consortili per accelerare i tempi e arrivare il prima possibile alla stabilizzazione di tutto il personale avventizio».

Durante la riunione i sindacati hanno anche lamentato lentezze ed eccessiva burocrazia nelle stabilizzazioni da parte del Consorzio della Sardegna Meridionale. (m.c.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes