Discarica a San Nicolò Arcidano rom avvisato dal tribunale

ORISTANO. Il tribunale di Oristano nei giorni scorsi ha ammesso alla procedura di messa alla prova A. M., di origine rom accusato di aver condotto una lunga attività di raccolta e stoccaggio di...

ORISTANO. Il tribunale di Oristano nei giorni scorsi ha ammesso alla procedura di messa alla prova A. M., di origine rom accusato di aver condotto una lunga attività di raccolta e stoccaggio di rifiuti pericolosi e non pericolosi in un terreno nelle campagne di San Nicolò d’Arcidano. Il dibattimento, apertosi nel novembre 2019. L’attività di raccolta e stoccaggio di rifiuti riguardava parti di veicoli in disuso, batterie al piombo, apparecchiature elettriche ed elettroniche olii minerali esausti, imballaggi di plastica, veicoli fuori uso, rifiuti ferrosi, ed è stata condotta per lungo tempo fino al 16 maggio 2018, quando l’area in località Ponti e Sa Murta – parte di proprietà statale e parte di proprietà regionale – veniva posta sotto sequestro insieme al mezzo utilizzato per l’attività illecita di raccolta dei rifiuti.

La Procura della Repubblica di Oristano aveva accusato il rom e un suo complice di (attività di gestione dei rifiuti non autorizzata, di attività di gestione di veicoli fuori uso e loro parti senza autorizzazione, e di ricettazione. Il Gruppo di intervento Giuridico si è costituito parte civile nel procedimento.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes