Artisti in residenza anche a novembre

Il mese scorso successo con le creazioni di quattro donne

MILIS. Il progetto degli Artisti in residenza di Nocefresca ha vissuto ieri la sua giornata conclusiva di ottobre con gli studi aperti alle visite del pubblico. Il paese ha ospitato nell'ultimo mese quattro artiste internazionali, tutte donne. «Una di queste, Lynne Brotman, è dovuta partire in anticipo per problemi di volo – spiega Francesca Sassu, amministratrice e fondatrice di Nocefresca –. Lynne Brotman si occupa di tessitura e ha realizzato opere al telaio. La pittrice finlandese Nina Liemola ha realizzato invece due grandi pitture sul sistema della metaformosi e il rapporto donna-natura. La stilista americana dell’area metropolitana di New York, Momo, che sarà a Milis anche a novembre, sta realizzando una collezione di abiti fortemente ispirata alla Sardegna. L’impatto con una realtà molto diversa a quella cui è abituata le sta dando grande ispirazione. Infine c’è un’artista californiana, di Los Angeles, Carolyn Mason, che si occupa di scultura tessile, ovvero utilizza i tessuti per realizzare oggetti tridimensionali. In questo caso sta lavorando a un progetto che riguarda la sua famiglia».

Con gli studi aperti le persone e gli appassionati d’arte hanno avuto modo di vedere le opere realizzate da tre delle quattro artiste presenti: quelle di Momo e Carolyn Mason a Casa Congiu, quelle di Nina Liemola a Casa Bagnolo. Chi voleva, inoltre, grazie alla collaborazione con l’associazione culturale Pepe Bianco, aveva anche la possibilità di consumare un pasto. «Per le artiste è stata un’esperienza molto positiva – sottolinea Francesca Sassu –, visto il periodo hanno potuto seguire e partecipare alla vendemmia e alla produzione del miele». Nei giorni scorsi è arrivato il nuovo gruppo di artisti: «A novembre – rivela l’amministratrice di Nocefresca – terminerà il progetto 2021, ma stiamo già raccogliendo molte adesioni per l’anno prossimo». (p.camedda)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes