Cento piante nel Montiferru ferito

Iniziativa di Sardegna solidale e Forestas: a dimora stamattina

CUGLIERI. Fa tappa nel Montiferru devastato dagli incendi, “Pianta un albero: è un gesto d’amore”, l’iniziativa promossa dal Csv Sardegna solidale in collaborazione con l’Agenzia regionale Forestas. Oggi, alle 10.30, in piazza Gramsci, saranno messe a dimora 100 piantine messe a disposizione dall’Agenzia Forestale regionale per lo Sviluppo del territorio e dell’ambiente della Sardegna. «Abbiamo inaugurato questo progetto il 5 maggio scorso, a Bitti, per testimoniare la nostra vicinanza a quella comunità duramente colpita dall’alluvione nel novembre 2020. E questa tappa di Cuglieri non è da meno», sottolinea Giampiero Farru, presidente del Csv Sardegna solidale: «Alluvioni e incendi sono le due facce della stessa medaglia, vale a dire l’ambiente della nostra Isola martoriato non solo dagli eventi naturali, ma talvolta da cattive gestioni del territorio».

Saranno presenti i sindaci e i parroci delle comunità. Attesi anche il vescovo di Alghero-Bosa, Mauro Maria Morfino, il prefetto e il questore di Oristano, Fabrizio Stelo e Giuseppe Giardina. Ha dato l’adesione il direttore generale di Forestas, Maurizio Mallocci. È prevista la presenza delle rappresentanze delle scuole superiori che aderiscono al Progetto “Scuola&Volontariato”, la compagnia barracellare di Cuglieri e delle numerose Associazioni di volontariato del territorio, in particolare quelle che sono state impegnate nella lotta contro gli incendi nel luglio scorso. Sarà presente anche Peter Marcias, regista che ha diretto il cortometraggio “Una nuova voce” che racconta l’esperienza di “Pianta un albero”, presentato nelle principali rassegne internazionali. (m.c.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes