In arrivo 28 nuovi assunti in Comune

Via libera dalla giunta per aiutare gli uffici rimasti senza personale

ORISTANO. La giunta ha dato il via libera a 28 assunzioni in Comune nel corso del 2022, misura che servirà per alleviare le difficoltà degli uffici, costretti a fare i conti con un personale sempre più risicato. «Sembrano tante, ma ne servirebbero di più – commenta l’assessore al Personale Angelo Angioi –. Ci sono tanti pensionamenti e dobbiamo affrontare il più presto possibile la questione. Nel prossimo bilancio programmeremo altre assunzioni, che poi magari saranno messe in pratica da chi guiderà l’amministrazione dopo le prossime elezioni».

Il piano approvato dalla giunta prevede anche l’assunzione di un nuovo dirigente, che andrà a occuparsi di un settore fra l’area economico-finanziaria e i servizi alla cittadinanza, attualmente gestiti dalla sola Maria Rimedia Chergia. Dovrebbe migliorare presto anche la situazione dell’ufficio anagrafe, che da mesi è in crisi nera dopo vari pensionamenti, con gravissimi disagi per i cittadini. «A giorni arriverà un lavoratore che abbiamo individuato tramite altre graduatorie, dato che l’ufficio era quasi al collasso. Speriamo che possa servire a ridurre i tempi di attesa, anche se sarà difficile tornare alla situazione ordinaria».

Sono arrivati anche rinforzi dal governo. «Ieri hanno preso servizio tre nuovi impiegati, inviati dal ministero per affrontare le pratiche del Pnrr. Si tratta di trentenni, laureati e già con esperienze in settori simili. Si occuperanno dei programmi legati al Piano e della rendicontazione». Nelle prossime settimane potrebbe essere rafforzato anche l’ufficio tecnico che, con difficoltà, sta gestendo le numerose pratiche legate ai bonus edilizi. Di recente, sono andati in pensione anche il comandante della polizia municipale Giuseppe Raschiotti e la direttrice della biblioteca comunale Enrica Vidali e anche questi incarichi dovrebbero essere affidati nel corso del 2022.

La giunta ha dato il via libera anche a una corposa variazione di bilancio, coi poteri del consiglio comunale, da 3 milioni e mezzo di euro. La parte più significativa di questa variazione è rappresentata dai 2 milioni e mezzo che sono collegati agli stanziamenti statali e regionali. Sono le risorse arrivate dopo l’approvazione del bilancio, che andavano regolarizzate entro il 30 novembre. La giunta comincerà adesso il percorso per il bilancio di previsione 2022. «È molto importante che sia approvato dal consiglio comunale il prima possibile – spiega Angioi –, perché senza bilancio non si potranno spendere i finanziamenti che arriveranno nei prossimi mesi». (dav.pi.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes