La Nuova Sardegna

Oristano

Tre Gal per un solo distretto rurale

Tre Gal per un solo distretto rurale

Sinis, Barigadu e Marmilla cercano di fare sistema insieme al Flag Pescando

20 gennaio 2022
2 MINUTI DI LETTURA





CABRAS. Il Gal Sinis, in sinergia con il Gal Barigadu-Guilcer, il Gal Marmilla e il FLAG Pescando Sardegna Centro Occidentale, ha definito il programma degli incontri di animazione nei territori, nuova tappa nel percorso che condurrà al riconoscimento del Distretto Rurale della Sardegna Centro Occidentale. Il primo appuntamento è previsto per venerdì 21 gennaio a Ghilarza presso l’Auditorium comunale di Viale Antonio Carta. Mercoledì 26 gennaio si replica ad Ales, in Via Anselmo Todde, nella sede dell'Unione dei Comuni dell'Alta Marmilla. Il terzo incontro, infine, si terrà a Cabras venerdì 28 gennaio presso l'auditorium del Centro polivalente di Via Tharros. Tutti gli appuntamenti, durante i quali sarà esposto il piano delle attività del futuro Distretto, avranno inizio alle 16.30. «L’obiettivo comune dei tre Gal e del Flag Pescando – dichiarano i presidenti Alessandro Murana, Pietro Arca, Renzo Ibba – è quello di voler rafforzare i sistemi produttivi rurali locali dell’intero territorio della Sardegna Centro Occidentale, attraverso la creazione di un'omogenea identità produttiva, ambientale e storico-culturale, caratterizzata da un innovativo processo di integrazione fra il mondo dell’agricoltura e della pesca e le altre attività imprenditoriali esistenti. Il processo di creazione del Distretto rurale della Sardegna Centro Occidentale coinvolge 79 Comuni, in larga parte della Provincia di Oristano, di cui 18 del Barigadu-Guilcier, 46 della Marmilla, 5 del Sinis e i 15 del Flag Pescando, dei quali 5 fanno parte anche del Gal Sinis.(p.cam.)

Medioriente

Media arabi: «L’Iran attacca Israele con decine di droni»

Le nostre iniziative