Internazionali motocross domenica le gare a Riola

Il crossodromo Le Dune ospiterà i campioni per la nona volta, ma senza pubblico Gli organizzatori sperano che a maggio, per la prova del mondiale, cambi tutto

RIOLA SARDO. Anche nel 2022 Riola Sardo si conferma regina italiana del Motocross. “L'inferno di sabbia”, come viene chiamata la pista del crossodromo Le Dune, ospiterà nel fine settimana il 2° round degli Internazionali d'Italia di Motocross, dopo il primo svoltosi ad Alghero, presso la pista del 'Lazzaretto', lo scorso weekend. La prestigiosa competizione motoristica, ospitata da Riola per la nona volta, si concluderà con la nomina dei vincitori, e sarà una sorta di anteprima del Campionato del Mondo, che il 15 maggio farà tappa anch'esso, per il secondo anno consecutivo, nella pista dell'oristanese. Ad organizzare la manifestazione sarà il Moto Club Motor School Riola, che, nonostante le difficoltà derivanti da una gara a porte chiuse per le restrizioni legate alla pandemia da Covid-19, si è fatto carico di tutti gli aspetti, sostenendo costi importanti.

«Siamo fieri e orgogliosi di ospitare e organizzare ancora una volta la manifestazione – sottolinea il presidente del Moto Club Fulvio Maiorca – anche se vedere gli spalti vuoti è per noi motivo di grande dispiacere. Abbiamo fatto grandi sacrifici, ma la presenza degli Internazionali è comunque significativa dal punto di vista dell'immagine di questo territorio e speriamo che si possa tornare alla normalità già con la tappa del Mondiale».

Le strutture ricettive, nonostante l'assenza dei tifosi, che avrebbero portato benessere al paese ma in generale a tutto il territorio dell'Oristanese, hanno potuto comunque consolarsi con i piloti, i loro familiari e i rispettivi staff, in molti casi presenti nel paese già da fine dicembre.

«Riola ospiterà anche quest'anno due eventi di Motocross, gli Internazionali e per il secondo anno il Mondiale – sottolinea il sindaco, Lorenzo Pinna – e questo è sicuramente motivo di prestigio. Non è un risultato casuale, ma il frutto di 40 anni di lavoro del Moto Club e di un gruppo di persone che hanno creduto in un sogno e sono riuscite a ottenere il massimo risultato».

Il sogno è un Mondiale a maggio aperto al pubblico per fare il boom di presenze.

«Speriamo che allora non ci siano più i limiti del Covid – auspica il sindaco – in modo che B&B, alberghi, agriturismi e locali possano far registrare il pienone. Per il futuro faremo di tutto per tenere la tappa a Riola, e stiamo pensando, come amministrazione, di incrementare ulteriormente l'offerta organizzando manifestazioni di contorno, definendo un bel cartellone di eventi come corollario». Un centinaio i piloti presenti, fra cui Gajser, Prado, Renaux e l'italiano Guadagnini. I tifosi e gli appassionati potranno seguire le gare in streaming su federmoto.tv da domenica alle 11 e 30 mentre le prove inizieranno la mattina presto alle 8 e 30.

Paolo Camedda

WsStaticBoxes WsStaticBoxes