oristano
cronaca

Femminicidio a Zeddiani, fatali per la vittima le martellate alla testa

I risultati dell'autopsia eseguita dal medico legale oggi 6 febbraoio


06 febbraio 2022


ORISTANO. Il delitto è avvenuto intorno alle 7 del mattino ed è stata uccisa mentre dormiva con alcune martellate alla testa. È quanto emerge dall'autopsia sul corpo di Daniela Cadeddu, la donna di 51 anni, vittima del femminicidio avvenuto ieri mattina 5 febbraio in una abitazione in via Roma a Zeddiani nell'Oristanese. In carcere con l'accusa di omicidio volontario c'è il marito, Giorgio Meneghel, 53 anni, agricoltore, che ha confessato il delitto anche davanti alla pm della Procura di Oristano, Sara Ghiani dopo che poco prima aveva chiamato i carabinieri dicendo di aver ucciso la moglie.

Gli accertamenti necroscopici, a differenza di quanto appreso inizialmente, sono stati eseguiti oggi dal dottor Roberto Demontis all'istituto di medicina legale del Policlinico di Monserrato. L'autopsia è durata circa cinque ore e ha praticamente confermato quanto emerso dai primi accertamenti dei carabinieri e dall'esame esterno effettuato dal medico legale ieri mattina. La 51enne è stata uccisa nel sonno con almeno due martellate alla testa, il delitto è avvenuto poco prima della telefonata ai carabinieri del marito, intorno alle 7. Domani è stato fissato l'interrogatorio di convalida dell'arresto di Giorgio Meneghel. (Ansa).

Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.