oristano
cronaca

Medaglie per gli atleti Waterland

Ai regionali i ragazzi, costretti ad allenarsi a Tramatza, agguantano cinque podi


16 marzo 2022


ORISTANO. Ben tredici medaglie con quattro ori, sette argenti e due bronzi. La Waterland Nuoto fa incetta di vittorie e piazzamenti di prestigio ai campionati regionali in vasca corta, categoria Ragazzi (anni 2009, 2008, 2007 e 2006), che si sono disputati sabato e domenica a Dolianova. La società oristanese ha ottenuto un risultato brillante anche a livello di squadra, piazzandosi al sesto posto. Alle gare si è presentata con sette atleti, allenati da Stefania Madau, tutti altamente competitivi. I giovani nuotatori, vista l'indisponibilità della piscina comunale di Oristano, chiusa da due anni, hanno svolto l’intera preparazione nelle vasche da 20 metri della struttura di Tramatza, gestita proprio dalla Waterland, senza poter fare dei test in una vasca regolamentare. Questo non ha però impedito loro di primeggiare e ottenere risultati di rilievo.

A fare la parte del leone è stato Marco Murtas, classe 2007, che ha conquistato 4 medaglie d’oro e un argento. Gli ori sono arrivati nei 50, 100 e 200 metri stile libero e nei 100 metri rana, mentre l’argento è stato ottenuto nei 200 misti. Due argenti e due bronzi, invece, per Gaia Murru, classe 2009, seconda posto nei 400 misti e nei 200 farfalla, e terza nei 100 rana e nei 200 misti. Tre argenti li ha vinti Federica Murtas, anche lei del 2009, che ha colto un tris di secondi posti nei 50 stile libero, nei 200 dorso e nei 100 farfalla. Bene anche l’ultimo acquisto Lorenzo Fadda, classe 2006, che ha vinto la medaglia d’argento nei 200 farfalla, e ha fatto registrare ottimi tempi nei 400 e nei 1500 stile libero, pur non andando a podio. Piazzamenti importanti anche per Gaia Giarrusso (100 e 200 rana, 100 dorso e 200 misti), anno di nascita 2008, Asia Mura (100 e 200 dorso), del 2009, e per il classe 2008 Francesco Mura, che ha sfiorato il podio nei 200 farfalla e colto uno spettacolare quarto posto nei 1500 stile libero, pur essendo accreditato del tempo peggiore fra i partenti.

«Sono risultati di tutto rispetto – ha commentato Stefania Madau – che acquistano maggior valore considerando il periodo passato e le difficoltà incontrate dai ragazzi per potersi allenare. Un pensiero va anche a Salvatore Ortu, che causa covid non ha potuto esserci. Ringraziamo Massimiliano Orro e la sua impresa edile, che ha contribuito a sostenere le ingenti spese affrontate per mantenere l’impianto aperto durante i mesi bui del covid. Siamo solo a metà stagione e ci auguriamo di poter proseguire per il meglio».

Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.