La Nuova Sardegna

Oristano

Maltempo

Forti piogge in arrivo a Oristano e in diversi centri della Provincia scuole chiuse il 22 novembre


	La cartina con l'indicazione dell'allerta rossa emessa dalla Regione
La cartina con l'indicazione dell'allerta rossa emessa dalla Regione

Lo hanno deciso i sindaci dei Comuni interessati dopo la proclamazione dell’allerta rossa

21 novembre 2022
2 MINUTI DI LETTURA





Oristano Il sindaco di Oristano Massimiliano Sanna ha firmato l’ordinanza che dispone la chiusura delle scuole cittadine di ogni ordine e grado, degli asili e delle ludoteche, della sede universitaria, nonchè degli impianti sportivi e dei cimiteri per la giornata di oggi, 21 novembre e di domani.

La decisione, che ha decorrenza immediata, è stata adottata come conseguenza dell’avviso di Allerta rossa di Protezione civile per rischio idrogeologico per le giornate di oggi e domani. Nell’ordinanza il Sindaco invita i cittadini a evitare al massimo gli spostamenti e ad osservare le seguenti norme comportamentali consigliate dalla Protezione civile e pubblicate sui siti istituzionali della Regione e del Comune di Oristano e in particolare: è consigliabile restare nelle proprie abitazioni; per chi si trova in un locale seminterrato o al piano terra, salire ai piani superiori; limitare i trasferimenti in auto ai soli casi di urgenza; mantenersi informati sull'evoluzione dei fenomeni, sulle misure da adottare, sulle procedure da seguire indicate dalle strutture territoriali di protezione civile; non attraversare torrenti in piena sia a piedi che con qualsiasi mezzo; non sostare in prossimità di ponti e argini di torrenti e/o fiumi e di attraversare sottopassi. Se dovesse persistere la situazione di pericolo, l’ordinanza potrà essere prorogata sino alla cessazione dello stato di allerta rossa.

Analoga ordinanza è stata adottata dal sindaco di Arborea, non è escluso che altri comuni del bacino del Tirso emettano nelle prossime ore analoghi provvedimenti. Hanno già emesso provvedimenti di chiusura i comuni di Terralba, Uras, San Nicolò Arcidano, Solarussa, Ales, Mogoro, Villaurbana, Santa Giusta, Siammanna e Ollastra, a cui se ne aggiungeranno altri nelle prossime ore.

In Primo Piano
Politica

Sassari, il primo discorso di Giuseppe Mascia: «È venuto il momento della responsabilità: le priorità sono lavoro e salute»

di Giovanni Bua
Le nostre iniziative