La Nuova Sardegna

Oristano

Fiocchi azzurri

A Oristano il primo nato del 2023 si fa aspettare, poi arriva il piccolo Francesco


	Il piccolissimo Francesco Scano è il primo nato del 2023 in provincia di Oristano
Il piccolissimo Francesco Scano è il primo nato del 2023 in provincia di Oristano

E’ venuto alla luce alle 23.43 del 1° gennaio. L’ultimo nato del 2022 è invece Daniele, partorito alle 22 del 31 dicembre

02 gennaio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Oristano Quasi un giorno è passato, ma prima che la terra compisse il primo giro attorno a se stessa nel 2023, la provincia ha potuto salutare il lieto evento della prima nascita dell’anno che ha portato il piccolo Francesco in casa Scano-Onnis, a Palmas Arborea. Sono due i fiocchi azzurri ad aver segnato la fine dell’anno vecchio e l’inizio di quello nuovo all’ospedale San Martino di Oristano. Qui l’ultimo nato del 2022 è stato Daniele, venuto al mondo alle 22 in punto del 31 dicembre, appena due ore prima dell’inizio del conto alla rovescia, mentre il primo nato del 2023, Francesco, si è fatto attendere fino alle 23.43 del 1° gennaio per poter essere finalmente abbracciato da mamma e papà e affidato alle coccole del personale del punto nascita.

Daniele, primo figlio di Valentina Corda e di Paolo Sechi, residenti a Oristano, ha pesato 2,62 chilogrammi, mentre Francesco, secondo figlio di Tiziana Onnis e di Federico Scano, di Palmas Arborea, ha pesato 3,74 chilogrammi. Entrambi, nati con un parto spontaneo e con anestesia peridurale, stanno bene, così come le loro mamme che, nonostante un lungo travaglio, hanno raccontato di un’esperienza estremamente positiva grazie alle cure e all’attenzione da parte del personale. Nel 2022 sono stati 440 i parti effettuati al San Martino, il 18% dei quali cesarei, in linea con gli standard di indicati da Agenas. Oltre al contenimento del numero dei cesarei, il reparto favorisce inoltre il parto naturale nelle donne che hanno avuto un precedente taglio cesareo.

In Primo Piano
L’emergenza

Ortopedie chiuse: tutti i pazienti si riversano nei pronto soccorso di Sassari e Cagliari

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative